La complessità del senso
19 10 2017

Il crimine non va in pensione

Il crimine non va in pensione
Regia Fabio Fulco, 2015
Sceneggiatura Fabrizio Quadroli
Fotografia Dario Germani
Attori Stefania Sandrelli, Ivano Marescotti, Gianfranco D’Angelo, Fabio Fulco, Franco Nero, Orso Maria Guerrini, Maurizio Mattioli, Salvatore Misticone, Giacomo Piperno, Rosaria D’Urso, Silvana Bosi, Gisella Sofio, Dante Biagioni.

Chissà cosa intende Fabio Fulco per “nuovi scenari visivi”. Il film che segna il suo debutto nella regia – come attore è stato visto, diretto da Jerry Calà, in Vita Smeralda, e da Maurizio Simonetti in Crociera Vianello, nonché in alcune serie televisive tipo Incantesimo – nasce, dice Fulco, dal “desiderio di sperimentare – ripetiamo perché non vorremmo essere fraintesi – nuovi scenari visivi”. Non ci siamo accorti di niente. Il film, aggiunge Fulco, è “un atto di fede all’animo umano”. Qui di qualcosa ci accorgiamo, ma lasciamo stare. Il problema di una valutazione artistica di questo Crimine non è certo nell’età anagrafica degli attori, over settanta. L’arte, come si dice, non ha età. Non è necessario scomodare la memoria di Totò, per il solo motivo che si è pensato a Maurizio Mattioli nel ruolo di esperto in casseforti da scassinare. E la Sandrelli, con l’andar degli anni, farebbe bene a tener presente che molti del pubblico la “conoscevano bene” già nel 1965 (Antonio Pietrangeli) e hanno avuto poi modo di ben riconoscerla nel 1971 (Bernardo Bertolucci), nel 2003 (Manoel De Oliveira). Di ciascuno degli altri nomi in cartellone non si potrebbe che tessere lodi professionali, tutte carriere rispettabili. Ma i “nuovi scenari visivi” ci sono sfuggiti. Ce ne prendiamo la responsabilità, ovvio. Gli ospiti di un centro anziani giocano a carte, a bocce, alla lotteria e compilano cruciverba. Una di loro, Edda (Silvana Bosi), perde tutti i risparmi nel tentativo di aiutare la figlia in difficoltà economiche. A fin di bene, per recuperare la somma, i compagni organizzano una rapina al Bingo Avana. Entra in gioco il meccanismo della formazione della “squadra”, il capo sarà l’ex generale Alfio (Orso Maria Guerrini). Ovviamente, nessuno si dimostrerà all’altezza dell’impresa, ma una soluzione si troverà comunque. Auguri a tutti per il miglior proseguimento della carriera.

Franco Pecori

Print Friendly

15 giugno 2017