La complessità del senso
24 02 2024

Sanremo 2024 La noia di Angelina Mango

Teatro Ariston, 6-10 febbraio 2024

La scenografia della LXXIV edizione

Direttore artistico Amadeus con:
Marco Mengoni – 1ª serata
Giorgia – 2ª serata
Teresa Mannino – 3ª serata
Lorella Cuccarini – 4ª serata
Fiorello – 5ª serata

Top Ten
Angelina Mango La noia

Vince anche il Premio Lucio Dalla
e il Premio Giancarlo Bigazzi (Composizione musicale)

2 Geolier I p’ me, tu p’ te3 
3 –
Annalisa Sinceramente
4 – Ghali Casa mia
5 – Irama Tu no

Premio della critica Mia Martini
Loredana Bertè
Premio Sergio Bardotti – miglior testo
Fiorella Mannoia

Non pare che sia cambiato tanto, come invece pensa di Sanremo Gino Paoli, che “una volta” c’era il festival della canzone italiana mentre oggi si tratta soprattutto di evento spettacolare. Certo i mezzi della comunicazione sono cambiati, nel frastuono produttivo; una volta si vendevano i dischi mentre oggi si fa clic. Tuttavia la Colomba del 1952 vola ancora e negli intramezzi pubblicitari il volto di un giovane Mazzini accenna con garbo al recupero, sia pure sceneggiato, di una doverosa fratellanza d’Italia. Del resto, quando mai – dal minuetto e molto prima del minuetto – la musica, anche la Musica, è stata davvero separata dalla vita? Si tratta di trovare la chiave per cogliere l’intreccio, imprescindibile per ogni valutazione, tra pertinenza e circostanza del comunicare, del linguaggio, del pensiero. L’impalcatura scenografica dell’Ariston, “grandiosa” e di fantasiosa luminescenza, propone un disegno elettrico, ornamentale. Vale di più, pare, la rigidità prescrittiva dei tratti comportamentali degli attori in scena, presentatori, cantanti, direttori d’orchestra e “ospiti” nazionali e internazionali, John Travolta-QuaQua, Russell Crowe-Gladiatore. A tale tranquillizzante “sicurezza” progettuale fa da complemento l’ “obbiettività” delle scelte delle canzoni. Un po’ di tutto. Il passato rivisto al presente, il presente indeciso sul proprio futuro, suoni nell’attesa di vedere un po’ come va, come potrà andare da qui a non molto. Ritmo e melodia, recitativo e urlo, povertà allusiva, con fermata sempre un attimo prima del traguardo metaforico. “Rumore” tra virgolette, filo di voce consapevole dei miracoli della tecnofonia, arrendevole e progressivo sussiego stilistico verso cadenze armoniche di stampo petrolifero. Maschere più che abiti, conformismo nella dimostranza, falso disorientamento, freno a mano tirato in veicolo ibrido. Forse un’eccezione, con il testo della canzone di Angelina. Vedremo se il pubblico arriverà a leggerlo. E la grande orchestra della Rai: a quando un paio di pezzi di musica fuori dal rito? Troppo poca musica fatta in casa dal vivo nei palinsesti quotidiani. F.P.

TUTTE LE CANZONI IN GARA

– Alessandra Amoroso Fino a qui
(A. Amoroso, J. Ettorre, F. Abbate, F. Clemente, A. F. Merli, P. Pasini)
– Alfa Vai!
(Alfa, I. B. Scott, M. A. Jackson)
– Angelina Mango La noia
(A. Mango, Madame, Dardust)
– Annalisa Sinceramente
(Annalisa, D. Simonetta, P. Antonacci, S. Tognini)
– BigMama La rabbia non ti basta 
(BigMama, M. L. Lazzerini, E. Botta, E. Brun)
– Bnkr44 Governo punk
(D. Lombardi, D. Caponi, A. Locci, P. Serafini, M. Vittiglio, J. Ettorre, J. Adamo)
– Clara Diamanti grezzi
(C. Soccini, A. La Cava, F. Catitti)
– Dargent D’Amico Onda alta
(D’Amico, Cheope, G. Fazio, S. Marletta, E. Roberts)
– Diodato Ti muovi
(A. Diodato)
– Emma Apnea
(E. Marrone, D. Petrella, P. Antonacci, J. Boverod)
– Fiorella Mannoia Mariposa
(F. Mannoia, Cheope, C. Di Francesco, F. Abbate, M. Cerri)
– Fred De Palma Il cielo non ci vuole (
F. De Palma, J. Ettorre, J. Boverod)
– Gazzelle Tutto qui
(Gazzelle, F. Nardelli)
– Geolier I p’ me, tu p’ te
(Geolier, D. Simonetta, P. Antonacci, G. Petito, D. Totaro, F. D’Alessio, Michelangelo)
– Ghali Casa mia
(Ghali, D. Petrella, Michelangelo)
– Il Tre Fragili
(Il Tre, I. Sinigaglia, G. Di Mario, P. Zou, F. M. Aprili)
– Il Volo Capolavoro 
(E. Roberts, S. Marletta, M. Teni sci)
– Irama Tu no
(Irama, G. Nenna, E. Mattozzi, F. Monti, G. Colonnelli)
– La Sad Autodistruttivo
(F. E. Clemente, M. Botticini, E. Fonte, R. Zanotti, M. Paganelli)
– Loredana Bertè Pazza 
(L. Bertè, A. Bonomo, L. Chiaravalli, A. Pugliese)
– Mahmood Tuta gold
(Mahmood, J. Ettorre, F. Catitti)
– Maninni Spettacolare
(Maninni, M. F. Xefteris, R. W. Guglielmi, G. Pollex)
– Mr. Rain Due altalene
(Mr. Rain, L. Vizzini)
– Negramaro Ricominciamo tutto
(G. Sangiorgi)
– Renga Nek Pazzo di te
(F. Renga, Nek, D. Mancino, Dardust)
– Ricchi e Poveri Ma non tutta la vita
(Cheope, S. Marletta, E. Roberts)
– Rose Villain Click boom! 
(Rose Villain, D. Petrella, A. Ferrara)
– Sangiovanni Finiscimi
(Sangiovanni, P. Miano, F. Campedelli, A. Ferrara, F. Vaccari)
– Santi Francesi L’amaro in bocca
(A. De Santis, M. L. Francese, A. Filippelli, D. Bestonzo, C. Del Bono)
– The Kolors Un ragazzo una ragazza
(A. Stash Fiordispino, D. Petrella, A. Fiordispino, F. Catitti)

11 Febbraio 2024