La complessità del senso
26 06 2017

Sleepless – Il giustiziere

film_sleeplessSleepless
Regia Baran bo Odar, 2016
Sceneggiatura Andrea Berloff
Fotografia Mihai Malaimare Jr.
Attori Jamie Foxx, Michelle Monaghan, Dermot Mulroney, David Harbour, Tip ‘T.I’. Harris, Gabrielle Union, Scoot McNairy, Gabrielle Union, Sala Baker, Octavius J. Johnson, Briana Marin, Ric Reitz, Tim Connolly, Veronica McCluskey, Chelsea Hayes, Richard Nunez, Alex Collins, Teo Ciltia, RJ Shearer, Drew Sheer, Anna Phillips.

Un trhiller con Jamie Foxx. Azione, inseguimenti, lotte, sparatorie, sofferenze, perfino una famiglia da gestire con giusto equilibrio. E indagine sotto copertura, tradimenti, rischio di sovrapposizioni e scambi anche morali, segreti da mantenere. Quella di Foxx è una figura che cade bene in una parte del genere, ma stavolta non siamo a Collateral (Michael Mann 2004) e il film diretto da Baran bo Odar non è da Mostra d’arte cinematografica  di Venezia. Dall’incubo del tassista coinvolto nell’angoscioso programma di eliminazione di una lista di testimoni scomodi (tema narcotraffico, allora e qui) si passa al dolore di una ferita da lama al fianco destro, che rende quantomai difficile l’impatto con avversari e colleghi poliziotti, nella confusione generale dei ruoli, tipica di trame del genere. Il tenente Vincent Downs, della polizia di Las Vegas, è impegnato a scovare, in segreto, le diverse responsabilità in un giro di trafficanti. Da due anni è costretto a un comportamento “misterioso” che gli procura anche problemi con la moglie e col figlio adolescente. La sparizione di 25 kg di cocaina complica la vicenda, moltiplicando il numero di nemici spietati. Ritmo incalzante, rischio mortale ad ogni sequenza. Ma spesso prevale una spettacolarità piuttosto scontata e le soluzioni sceniche non appaiono adeguate a un degno sostegno espressivo.

Franco Pecori

Print Friendly

2 febbraio 2017