La complessità del senso
14 11 2018

Marco Risi: L’assedio della camorra continua

 

Fortapàsc non è finito

cinema_risisulsetfortapasc
Marco Risi sul set di Fortapàsc

 

Presentato in anteprima al Teatro San Carlo di Napoli e dal 27 marzo 2009 nelle sale italiane,
Fortapàsc, l’ultimo film di Marco Risi, è stato definito come un prequel di Gomorra.
Racconta la drammatica vicenda del giovane giornalista Giancarlo Siani (il ruolo è di Libero De Rienzo),
ucciso dalla camorra il 23 settembre 1985.

Il regista, impegnato fin dagli esordi in film di denuncia specie sul versante giovanile
(Soldati, 365 all’alba, Mery per sempre, Ragazzi fuori, Il muro di gomma),
torna dopo una pausa nella commedia (L’ultimo Capodanno, Tre mogli) a zoomare sulla realtà sociale e politica,
raccontando le intrusioni della malavita organizzata al Sud, nel post-terremoto del 1980, in Campania e in Basilicata.

Sguardo storico e attuale. Risi avverte:

«Fortapàsc non è finito, siamo in un paese assediato.
Il problema è quando le istituzioni passano dall’altra parte».

Print Friendly

18 marzo 2009