La complessità del senso
15 11 2018

Tuscia Film Fest 2014

festival_tuscia

Viterbo 10 – 16 luglio 2014

Per una settimana, nell’arena da oltre 800 posti allestita in piazza San Lorenzo, accanto al Palazzo dei Papi, registi, attori, addetti ai lavori presentano le opere più significative della recente stagione cinematografica e incontrano il pubblico della manifestazione.
 
Tra gli ospiti Sydney Sibilia e Pif, autori degli esordi più sorprendenti e premiati dell’anno, insieme ad Alice Rohrwacher vincitrice del Gran Premio della Giuria al Festival di Cannes 2014 per un film, Le meraviglie, girato in gran parte nella Tuscia. E ancora Antonello Fassari e Claudio Amendola, i Manetti Bros. Previsto un omaggio a Orson Welles che oltre sessant’anni fa decise di girare in piazza San Lorenzo (e in altri luoghi della Tuscia) il suo Otello.
 
Inoltre ogni sera dalle 19.30 piazza San Lorenzo sarà la sede di Enocinema che consentirà a tutti gli spettatori d’incontrare il meglio dell’enogastronomia locale in attesa della proiezione. Piazza della Morte, infine, sarà il luogo dove concludere le serate con il Dopofestival. Un salotto dove riflettere e assistere a reading e recital, incontrare autori e libri sul cinema. Alcuni ospiti: Enrico Magrelli, Mario Marenco, Franco Grattarola, Toni Bertorelli, Umberto Lenzi, il direttore del Festival Internazionale di Roma Marco Müller e il direttore del Roma Fiction Fest Steve Della Casa.
 
La settima edizione del premio Pipolo Tuscia Cinema – dedicato alla figura di Giuseppe Moccia e consegnato ogni anno nel corso della manifestazione – va a Sydney Sibilia esordiente autore di Smetto quando voglio mentre il premio Pipolo speciale va a Pif (Pierfrancesco Diliberto) che con La mafia uccide solo d’estate è passato dal successo televisivo (Il testimone su MTV) a quello sul grande schermo (David di Donatello come migliore regista esordiente e Premio Giovani).
 
Altre informazioni qui
 
Print Friendly

6 luglio 2014