La complessità del senso
17 11 2018

Nuovo cinema francese 2017

cinema_rendezvous_logo
VII EDIZIONE – Roma, 5-9 aprile 2017

Come ogni anno, il viaggio attraverso le storie e i volti del cinema francese contemporaneo parte dalla Capitale per poi toccare, con focus e artisti, le città di Napoli, Palermo, Bologna, Torino, Firenze, Milano e, da quest’anno, Bari, nella cornice del Bari International Film Festival, dove Rendez-Vous organizzerà un’anteprima speciale.

Dedicato alla scoperta del nuovo cinema d’Oltralpe, Rendez-Vous propone al pubblico italiano una programmazione di una trentina di titoli che attraversano tutti i generi, dalla produzione popolare a quella più sofisticata, dai campioni di incasso alle pellicole indipendenti. Ad accompagnare le anteprime, gli incontri, le masterclass, accanto ai protagonisti del cinema francese, artisti e professionisti dell’audiovisivo italiano, per celebrare l’incontro tra le due cinematografie. Iniziativa dell’Ambasciata di Francia in Italia, la manifestazione è realizzata dall’Institut français Italia, co-organizzato con UniFrance e la collaborazione del Centre Saint-Louis e l’Accademia di Francia a Roma – Villa Medici. Il responsabile del progetto è Dragoslav Zachariev e la direzione artistica affidata a Vanessa Tonnini.

Rendez-Vous festeggia questa settima edizione con uno speciale Sguardi al femminile dedicato alle giovani cineaste che, da più di una decina di anni, animano il panorama del cinema dell’esagono. Tra le esponenti più interessanti: Mia Hansen-Løve. La regista, classe 1981, sarà a Roma – e poi Palermo con un focus speciale – per presentare L’Avenir – Le cose che verranno (distribuito in Italia da Satine Film). Il titolo, vincitore dell’Orso d’argento per la miglior regia alla Berlinale, racconta la vita di una professoressa di filosofia – incarnata da una strepitosa Isabelle Huppert – che, lasciata dal marito dopo venticinque anni di matrimonio, finisce per reinventare la propria vita. Abile nel catturare con mano lieve l’intimità femminile e la musica del quotidiano, Mia Hansen-Løve disegna una storia dagli echi rohmeriani in cui nel dolce finale sembra sussurrare che, forse, nella solitudine, la libertà e la felicità possono ancora danzare insieme. 

cinema_lavenir

 

Non mancheranno le soprese per questa settima edizione, a partire da Louis Garrel, invitato a presentare un focus speciale a lui dedicato, l’occasione per il pubblico romano per esplorare l’universo sensuale, malinconico e poetico di un artista poliedrico.

Le proiezioni sono in versione originale con sottotitoli in italiano.

QUI IL PROGRAMMA

 

Print Friendly

2 marzo 2017