La complessità del senso
20 11 2018

Venezia Giornate: apre Kim Ki-duk

cinema_oneonone

Arrivato al suo ventesimo film, Kim Ki-duk sceglie le Giornate degli Autori per il debutto internazionale del suo nuovo lavoro, One on one (titolo originale Il-dae.il) appena uscito in Corea del Sud. Il film, molto atteso, arriva un anno dopo Moebius che è stato tra gli eventi più discussi della scorsa Mostra del Cinema di Venezia. Già definito un “trauma film” per le immagini forti e l’aura di opera “brutta sporca e cattiva”, One on one ha una trama ammantata nel mistero: Una giovane studentessa viene rapita, stuprata, assassinata. Sette persone, appartenenti alla setta delle Ombre (The Shadows), terrorizzano i sette sospettati del delitto. Ma chi di quei sette sei tu?.

Interpretato dalla star coreana Ma Dong-seok (Il buono, il matto, il cattivo), nei panni del capo degli Shadows, e da Kim Yeong-min, il film aprirà le Giornate degli Autori 2014, la rassegna indipendente promossa dalle associazioni degli autori italiani (ANAC e 100autori) nell’ambito della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia. “Siamo molto onorati della scelta di Kim Ki-duk e dei suoi produttori – dice il direttore delle Giornate, Giorgio Gosetti – perché il suo cinema, anche nelle scelte estreme, riproduce bene lo spirito della nostra sezione che premia il coraggio e la creatività. Di One on one il regista ha detto: «E’ un film sul posto in cui vivo, la Corea… Che si sia d’accordo o meno con il finale del film, se non ci si sente ammazzati non bisogna mettersi a guardarlo. L’ho fatto perché qualcuno capisca. Sennò non ha senso. Questo è ciò che siamo noi ora».

 

Print Friendly

31 maggio 2014