La complessità del senso
16 11 2018

Toronto, sette film italiani

 

 

Si conferma l’ottima stagione del cinema italiano

Vistosa rappresentanza italiana al Festival di Toronto (4 -13 settembre 2008). L’ottimo risultato conferma l’attenzione ed il consenso  dei grandi festival per la produzione italiana e nello specifico la selezione  di Piers Handling (Presidente e direttore artistico del festival) dimostra come l’interesse si sia allargato anche alle produzioni indipendenti e agli esordi. Oltre a Gomorra e Il divo, programmati nella sezione Special Presentation ed  entrambi già acquistati per il Canada, vengono presentate tre opere prime: Pa-ra-da di Marco Pontecorvo, Machan di  Uberto Pasolini, già produttore del mitico The Full Monty, e Mondine-Di madre in figlia di Andrea Zambelli, anteprima mondiale a Toronto, prodotto da Davide Ferrario.Il resto della notte di Francesco Munzi è programmato nella sezione  Contemporary World Cinema mentre dal concorso di Venezia arriva Un giorno perfetto di Ferzan Ozpetek (Special Presentation).Tra le coproduzion, Miracle at St Anna di Spike Lee, prodotto da Roberto Cicutto, Empty Nest di Daniel Burman, Le Silence de Lorna di Jean-Pierre  and Luc Dardenne, Three Monkeys di Nuri Bilge Ceylan, Mia et le Migou di Jacques-Remy Girerd.

 

Print Friendly

31 agosto 2008