La complessità del senso
20 11 2018

Nuovo cinema francese

Dal 27 aprile al 1° maggio si svolge a Roma la prima edizione di Rendez-vous, appuntamento con il nuovo cinema francese, un appassionante viaggio nella cinematografia d’Oltralpe contemporanea. Commedie sofisticate, film d’animazione, noir, melodrammi e opere d’avanguardia per raccontare un cinema vitale e in movimento. Ad accompagnare le proiezioni: registi, interpreti, produttori francesi e italiani per uno scambio di sguardi sul cinema. La Casa del Cinema accoglie la sezione novità con le produzioni più recenti. L’Accademia di Francia a Roma – Villa Medici presenta una vetrina sul giovane cinema francese. Il Centro culturale San Luigi di Francia propone un focus dedicato al regista Cédric Klapisch, presente a Roma per l’anteprima italiana del suo ultimo film: Ma part du gâteau. Tutti i film sono in versione originale, sottotitolati in italiano ad eccezione del film di animazione Mia et le Migou, doppiato in italiano.

 

CALENDARIO


Mercoledì 27 Aprile

21h00 | L’auberge espagnole di C. Klapisch | CENTRO SAN LUIGI DI FRANCIA

 

Giovedì 28 Aprile

15h30 | Copacabana di M. Fitoussi | CASA DEL CINEMA

18h30 | Le nom des gens di M. Leclerc | CASA DEL CINEMA

20h30 | Angèle et Tony di A. Delaporte | CASA DEL CINEMA

20h30 | La lisière di G. Bajard | VILLA MEDICI

21h00 | Ni pour, ni contre (bien au contraire) di C. Klapisch | CENTRO SAN LUIGI DI FRANCIA

 

Venerdì 29 Aprile

15h30 | Le bruit des glaçons di B. Blier | CASA DEL CINEMA

18h30 | Les mains en l’air di R. Goupil | CASA DEL CINEMA

20h30 | Les femmes du 6e étage di P. Le Guay | CASA DEL CINEMA

20h30 | Au fond des bois di B. Jacquot | VILLA MEDICI

22h30 | La permission de minuit di D. Gleize | CASA DEL CINEMA

 

Sabato 30 Aprile

15h30 | Je n’ai rien oublié di B. Chiche | CASA DEL CINEMA

17h00 | Chacun cherche son chat di C. Klapisch | CENTRO SAN LUIGI DI FRANCIA

18h00 | Hors la loi di R. Bouchareb | CASA DEL CINEMA

20h30 | Poupoupidou di G. Hustache-Mathieu | CASA DEL CINEMA

20h30 | Bas-fonds di I. Le Besco | VILLA MEDICI

21h00 | Ma part du gâteau di C. Klapisch | CENTRO SAN LUIGI DI FRANCIA

22h30 | À bout portant di F. Cavayé | CASA DEL CINEMA

 

Domenica 1° Maggio

15h30 | Mia et le Migou di J. Girerd | CASA DEL CINEMA

18h00 | Océans di J. Perrin e J. Cluzaud | CASA DEL CINEMA

18h30 | Petit tailleur di L. Garrel | VILLA MEDICI

20h00 | D’amour et d’eau fraîche di I. Czajka | CASA DEL CINEMA

20h30 | Belle épine di R. Zlotowoski | VILLA MEDICI

22h00 | Rocco e i suoi fratelli di L. Visconti | CASA DEL CINEMA

 

 

CASA DEL CINEMA

Largo Marcello Mastroianni, 1 – 00197 Roma

Giovedì 28 Aprile

15.30 | COPACABANA di Marc Fitoussi

con Isabelle Huppert, Lolita Chammah

Francia, 2009, 107’

Secondo film di Marc Fitoussi, presentato alla 49° Settimana della Critica del Festival di Cannes 2010. Una commedia dagli insoliti risvolti sociali, che vede protagoniste un’inedita, eccentrica Isabelle Huppert e sua figlia Lolita Chammah. L’amore materno e la presa di coscienza di una donna libera e sregolata, la vergogna della figlia per il modo di vivere della madre e la riconquista di un affetto che sembrava ormai perduto.

 

18.30 | LE NOM DES GENS di Michel Leclerc

con Jacques Gamblin, Sara Forestier

Francia, 2010, 104’

Amore e identità in una commedia intelligente e briosa premiata con due César alla migliore attrice (Sara Forestier) e alla migliore sceneggiatura originale. La giovane ed esuberante militante Bahia cerca di convertire i propri avversari politici con l’arma migliore: il sesso. Almeno fino a quando non incontra Arthur Martin. Da un uomo che a una marca di cucine non ci si può aspettare molto. Almeno in apparenza…

 

20.30 | ANGÈLE ET TONY di Alix Delaporte

con Clotilde Hesme, Grégory Gadebois

Francia, 2010, 87’

Premio Michel D’Ornano come miglior opera prima francese, una favola toccante che ha conquistato la Francia, incassando circa 500 mila Euro di box office al primo week end in sala. Ambientata nella Bassa Normandia, la storia d’amore tra Angèle, giovane donna allo sbando appena uscita dal carcere ed il pescatore solitario Tony.

 

Venerdì 29 Aprile

15.30 | LE BRUIT DES GLAÇONS di Bertrand Blier

con Jean Dujardin, Albert Dupontel

Francia, 2010, 87’

Commedia travolgente, grottesca e politicamente scorretta presentata alle Giornate degli Autori della Mostra di Venezia 2010. Uno scrittore (Jean Dujardin) riceve la visita inaspettata del suo cancro (uno strepitoso Albert Dupontel): i due iniziano così una forzata convivenza. Un inno alla voglia di vivere, di amare e di sorridere. Premio César 2011 a Anne Alvaro come migliore attrice non protagonista, al fianco di due attori comici da box office.

 

18.30 | LES MAINS EN L’AIR di Romain Goupil

con Valeria Bruni-Tedeschi, Hippolyte Girardot

Francia, 2009, 90’

Tema dell’integrazione e favola politica nei ricordi di Milana, anziana donna cecena. In un ipotetico 2067, rivive gli anni della sua infanzia quando, assieme ai compagni di scuola, vide portar via il giovane Yussef, espulso dalla Francia perché privo di documenti. Nel timore che la stessa sorte possa toccare anche a lei, Blaise e gli amici si organizzano per salvare la loro compagna.

 

20.30 | LES FEMMES DU 6e ÉTAGE di Philippe Le Guay

con Fabrice Luchini, Sandrine Kiberlain, Carmen Maura

Francia, 2011, 106’

Presentata fuori concorso alla Berlinale 2011, una commedia colorata e vivace di grande successo, interpretata da attori del calibro di Fabrice Luchini, Sandrine Kiberlain, Carmen Maura e Lola Dueñas. Parigi, anni 60. Negli interni alto borghesi di un elegante palazzo haussmaniano, la piatta vita di Jean-Louis e famiglia è rivoluzionata dall’arrivo della nuova governante spagnola e dall’allegra comunità iberica di donne di servizio. Salutato dai Cahiers du Cinéma come un film capace di costruire un equilibrio raffinato tra la magia degli ideali (l’amore che infrange le differenze di classe) e l’amarezza della commedia sociale.

 

22.30 | LA PERMISSION DE MINUIT di Delphine Gleize

con Vincent Lindon, Emmanuelle Devos

Francia, 2011, 110’

Un cast strepitoso (Vincent Lindon, Emmanuelle Devos) nel terzo lungometraggio di Delphine Gleize, già apprezzata autrice di Carnages e L’homme qui rêvait d’un enfant. La rara malattia genetica del tredicenne Romain e la sua amicizia con il dermatologo David, che lo segue dall’infanzia e che si è appassionato al suo caso: lui è un “enfant de la lune” che non sopporta i raggi del sole.

 

Sabato 30 Aprile

15.30 | JE N’AI RIEN OUBLIÉ di Bruno Chiche

con Gérard Depardieu, Niels Arestrup, Nathalie Baye

Francia / Germania, 2010, 93’

Tratto dal romanzo Com’è piccolo il mondo! di Martin Suter, dall’ecclettico produttore di Arnacoeur, un film che intreccia misteri familiari e amicizie affettuose. Il volto poetico e vivo di Gérard Depardieu incarna il protagonista Conrad, uomo semplice da sempre al servizio di una facoltosa e potente famiglia aristocratica. L’Alzheimer scatenerà in lui ricordi e segreti inconfessabili.

 

18.00 | HORS LA LOI di Rachid Bouchareb

con Jamel Debbouze, Roschdy Zem

Francia / Algeria / Belgio, 2010, 131’

Dal pluripremiato autore di Poussières de vie, Indigènes e London River, un’opera complessa e controversa, un affresco storico e un’imponente saga familliare. Dalla fine della Seconda guerra mondiale all’Indipendenza dell’Algeria, tre fratelli e la loro madre divisi e piegati dagli sconvolgimenti della Storia. Nomination agli Oscar come miglior film straniero, in concorso al Festival di Cannes 2010.

 

20.30 | POUPOUPIDOU di Gérald Hustache-Mathieu

con Sophie Quinton, Jean-Paul Rouve

Francia, 2010, 102’

Commedia e noir si incrociano nella strana morte di una Marilyn di provincia. Lei è Candice Lecoeur, volto della Tv ed icona bionda del formaggio Belle de Jura. Ad indagare sull’omicidio, lo scrittore in crisi d’ispirazione David. Realtà e fantasia si fondono in un miscuglio tenebroso e “lynchiano” di ironia e mistero, sullo sfondo dell’innevata e gelida Mouthe, “la città più fredda di Francia”. Accanto a un’attrice rivelazione, Jean-Paul Rouve, grande attore, amatissimo dei francesi.

 

22.30 | À BOUT PORTANT di Fred Cavayé

con Roschdy Zem, Gilles Lellouche

Francia, 2010, 85’

Serrato e adrenalinico poliziesco scritto e diretto con mano sicura da Fred Cavayé, “remake francese” del violentissimo predecessore di Martin Borman. La tranquilla esistenza di Samuel e Nadia è sconvolta dal rapimento di quest’ultima. L’unico modo che Samuel ha per liberarla è far evadere dall’ospedale in cui lavora Sartet, fuorilegge tenuto sotto stretto controllo dalla polizia. Un thriller d’azione dal ritmo nervoso e frenetico, che inchioda letteralmente alla poltrona.

Domenica 1° Maggio

15.30 | MIA ET LE MIGOU di Jacques-Rémy Girerd

Francia / Italia, 2008, 92’

Premio Oscar Europeo come miglior film d’animazione nel 2009, una fiaba dolce e delicata, per grandi e piccoli, dall’atelier Folimages che si inspira alle animazioni magiche del maestro Miyazaki. Mia ha dieci anni e vive in un piccolo villaggio in Sud America. Sorpresa da un brutto presentimento, parte in cerca del padre. Durante il cammino, scoprirà qual è la forza vera della Natura.

 

 

18.00 | OCÉANS di Jacques Perrin e Jacques Cluzaud

Francia, 2009, 104’

Premio César 2011 come miglior documentario, un’immersione negli oceani profondi e nelle meraviglie della natura. Un viaggio alla scoperta del favoloso mondo subacqueo, popolato da abissi colmi di segreti e misteri. Gli oceani e le sue affascinanti creature narrati dal duo di registi di Il popolo migratore. Jacques Perrin è anche noto attore, visto in Il deserto dei Tartari e Nuovo Cinema Paradiso. Alla fotografia il grande direttore italiano Luciano Tovoli.

 

20.00 | D’AMOUR ET D’EAU FRAÎCHE di Isabelle Czajka

con Anaïs Demoustier, Pio Marmai

Francia, 2010, 90’

Il cinismo e l’inconsistenza del mondo del lavoro nella vicenda di Julie, giovane laureata che non riesce a trovare il proprio posto al mondo. L’incontro con Ben, uomo affascinante che vive alla giornata con espedienti e piccoli traffici, la cambierà profondamente. Ritratto realistico e lieve di una vita in lotta contro la fragilità del futuro per una giovane promessa del cinema francese: Anaïs Demoustier.

 

22.00 | ROCCO E I SUOI FRATELLI di Luchino Visconti / Omaggio a Annie Girardot

Italia / Francia, 1960, 170’, b/n

Il 28 febbraio 2011 si è spenta Annie Girardot. Jean Cocteau l’aveva definita «il più bel temperamento drammatico del dopoguerra». Ha recitato per Marco Ferreri, Claude Lelouch, Mario Monicelli, Marcel Carné, Michael Haneke e Luchino Visconti. Nel dramma dell’emigrazione Rocco e i suoi fratelli interpreta Nadia, la donna che accende la rivalità tra Rocco (Alain Delon) e suo fratello Simone (Renato Salvatori).

 

 

CENTRO CULTURALE SAN LUIGI DI FRANCIA

Largo Toniolo 20/22 – 00186 Roma

Mercoledì 27 Aprile

21.00 | L’AUBERGE ESPAGNOLE di Cédric Klapisch

con Romain Duris, Cécile de France

Francia / Spagna, 2002, 122’

Il film che consacra presso pubblico e critica Cédric Klapisch. Xavier (Romain Duris) è un giovane studente Erasmus che si ritrova in una Barcellona delle mille sfaccettature. Divide l’appartamento con altri studenti europei (una belga, una inglese, una spagnola, un tedesco, un danese, un italiano), con i quali affronta problemi linguistici e sentimentali. L’appartamento spagnolo è seguito nel 2005 da Les poupées russes.

Giovedì 28 Aprile

21.00 | NI POUR, NI CONTRE (BIEN AU CONTRAIRE) di Cédric Klapisch

con Marie Gillain, Vincent Elbaz, Zinedine Soualem

Francia, 2003, 111’

Dopo il successo planetario di L’auberge espagnole, un film che cambia completamente registro. Un noir drammatico, cinico e violento, che ha per protagonista Caty, giovane camerawoman che si unisce per amore a una banda di rapinatori. Questo universo sporco e disilluso la catapulterà in un mondo fino ad allora sconosciuto.

Sabato 30 Aprile

17.00 | CHACUN CHERCHE SON CHAT di Cédric Klapisch

con Garance Clavel, Zinedine Soualem, Renée Le Calm

Francia, 1995, 96’

Premio FIPRESCI alla Berlinale del 1996, è il primo successo internazionale per l’estro creativo di Cédric Klapisch. Tra le vie del quartiere multietnico parigino di Bastille, tutti sono alla ricerca di Gris Gris, il gatto di Chloé. Il cinema-banlieue si riscatta dall’odio della periferia per catturare volti, sentimenti e situazioni della vita quotidiana.

 

21.00 | MA PART DU GÂTEAU di Cédric Klapisch

con Karin Viard, Gilles Lellouche

Francia, 2011, 109’

Ultimo film di Klapisch, frutto di riprese intense tra la Francia, Londra e Venezia. Cinema di denuncia sociale virato nei modi agrodolci della commedia, è la storia parallela di France, madre di famiglia operaia nella fabbrica di Dunqerque e rimasta da poco disoccupata, e Steve, ricco agente di borsa. Il loro fortuito incontro mette in collisione due mondi che soltanto in apparenza sono così distanti.

 

 

ACCADEMIA DI FRANCIA A ROMA – VILLA MEDICI

Viale Trinità dei Monti, 1 – 00187 Roma

Giovedì 28 Aprile

20.30 | LA LISIÈRE di Géraldine Bajard

con Melvil Poupaud, Hippolyte Girardot

Francia / Germania, 2011, 100’

Presentato al Festival di Locarno 2010, un gioco morboso fatto di seduzione, sospetti e intrighi, scritto e diretto dalla script editor di Lourdes di Jessica Hausner. François è un giovane medico trasferitosi da poco a Beauval. La sua vita monotona viene scossa da un gruppo di adolescenti che scacciano la loro noia improvvisando giochi pericolosi ai margini di una foresta.

Venerdì 29 Aprile

20.30 | AU FOND DES BOIS di Benoît Jacquot

con Isild Le Besco, Nahuel Perez Biscayart

Francia / Germania, 2010, 102’

Film d’apertura al Festival di Locarno 2010, un’attrazione che mescola le suggestioni della favola a cupi e freddi toni sperimentali. Nel 1865, Timothée, un vagabondo dagli strani poteri, arriva in un tranquillo villaggio in Francia. Quando vede Josephine, il ragazzo perde la testa. Trovatala sola in casa, l’uomo la ipnotizza e la violenta. Da allora la ragazza deciderà di seguire (vittima o carnefice?) il suo “rapitore”.

Sabato 30 Aprile

20.30 | BAS-FONDS di Isild Le Besco

con Valérie Nataf, Ginger Romàn, Noémie Le Carrer

Francia, 2010, 68’

Un film oscuro e conturbante, ispirato ad un fatto di cronaca avvenuto in Francia nel 2002. Magalie, Marie-Steph e Barbara sono tre donne che si amano e si odiano, in un complesso gioco di seduzione e dominazione. In un habitat fatto di film porno, birra e cibi in scatola, l’idea di una rapina ad una panetteria farà precipitare le tre in un gorgo di solitudine e disperazione.

Domenica 1° Maggio

18.30 | PETIT TAILLEUR di Louis Garrel

con Arthur Igual, Léa Seydoux

Francia, 2010, 44’

Louis Garrel, uno degli attori più amati del cinema francese, diventa regista e gira “une belle histoire d’amour”, ispirato dai classici del melodramma e dalla Nouvelle Vague.

 

20.30 | BELLE ÉPINE di Rebecca Zlotowski

con Léa Seydoux, Anaïs Demoustier

Francia, 2010, 80’

Selezionato alla Settimana della Critica e premio Louis-Delluc come miglior opera prima, un film che abbraccia crescita, vuoti e paure. Prudence ha 17 anni e dopo la morte della madre passa le sue giornate con Maryline, amica esuberante che le fa conoscere il circuito illegale di Rungis. Il rombo dei motori e lo sprezzo del pericolo scateneranno in lei una rinnovata voglia di libertà.

Print Friendly

24 aprile 2011