La complessità del senso
17 12 2017

Giffoni, zoom sul sociale

 

festival_giffoni09

 

39. Edizione 12-25 luglio 2009 

 

 

La selezione

30 lungometraggi e 42 cortometraggi in concorso, 73 film fuori concorso, 25 eventi speciali

Tra i temi: crisi del lavoro e della famiglia, integrazione, rapporto con la morte

 

Anteprima esclusiva

Harry Potter e il Principe Mezzosangue

cinema_harrypotter09

 

Le anteprime

S.Darko, G-Force, Immagina Che, Jonas Brothers, Planet 51, L’Era Glaciale 3

 

La giuria

2800 giovani dai 3 ai 21 anni provenienti da 39 nazioni e 150 città italiane 

 

 

 

WINONA RYDER, NAOMI WATTS, EVA MENDES e CHRISTINA RICCI

poker di donne a Giffoni

 

BAZ LUHRMANN e LIEV SCHREIBER

tra gli ospiti internazionali

 

CLAUDIO SANTAMARIA, LAURA MORANTE, FILIPPO TIMI, FRANCESCA NERI, RAOUL BOVA, KASIA SMUTNIAK, CLAUDIO BISIO, FEDERICO MOCCIA

tra gli artisti italiani

 


Masterclass: lezioni d’autore con

SERGIO CASTELLITTO, DAVID WARREN, LUIGI LO CASCIO, MILO MANARA, VINCENZO CERAMI, DIEGO DE SILVA, VALERIO CAPRARA e STEFANO REALI

 

Premio Vittorio Mezzogiorno

Giovanna Mezzogiorno premia i vincitori della IV edizione 
 

 

 

 

  

A Harry Potter e ai suoi fans, infatti, il privilegio di aprire la manifestazione con un evento che i giovani difficilmente dimenticheranno: il 12 luglio la Warner Bros ha scelto Giffoni per un’anteprima esclusiva. Il film uscirà nelle sale di tutto il mondo in contemporanea il 15 luglio.

Il Programma è stato presentato a Roma dal Direttore del Festival, Claudio Gubitosi, dal Presidente del Giffoni Film Festival, Carlo Andria, dal Governatore della Regione Campania, Antonio Bassolino, alla presenza anche del Direttore Generale per il Cinema del Ministero per i Beni Culturali, Gaetano Blandini, del Presidente della Provincia di Salerno, Edmondo Cirielli, e del Sindaco di Giffoni Valle Piana, Paolo Russomando.

 

“Un programma di altissimo livello, impegnativo che stupirà tutti per l’eleganza, le novità, la molteplicità dell’offerta culturale. – dichiara Claudio GubitosiAbbiamo lavorato con amore e passione, impegno e dedizione senza mai lesinare energie, con in mente un solo obiettivo: rendere questa edizione indimenticabile. E sarà un’edizione memorabile per i nostri giovani che ci seguono in tutto il mondo, per il cinema per ragazzi che abbiamo contribuito a rendere un vero e proprio genere, e – se mi è consentito – per noi che, pur con la 39° edizione alle porte, stiamo già lavorando all’avvenimento che attendiamo con trepidazione, il quarantennale di Giffoni.

Sono fiero della qualità del lavoro svolto dai miei collaboratori, soprattutto nella selezione dei film in concorso, come sempre scelti con responsabilità e attenzione. Quest’anno avremo delle opere con una forte valenza sociale, a volte molto dure, che mostrano delle realtà che permetteranno di riflettere in maniera più consapevole sul percorso nel quale la società odierna si sta incamminando.

Siamo orgogliosi che il nostro marchio e la nostra mission siano ormai considerati in tutto il mondo sinonimo di qualità. Le nuove attività culturali, le numerose iniziative sociali e le rassegne internazionali realizzate in diverse parti del mondo, hanno definitivamente “destagionalizzato” il festival di luglio. È la natura stessa di Giffoni a spingerci a cambiare ed evolverci continuamente. Andremo avanti, senza mai guardarci alle spalle, rendendo sempre più protagonisti del nostro futuro i giovani e i loro sogni. Nell’anno Europeo della creatività e dell’innovazione, Giffoni si propone come un’ istituzione al servizio di quanti amano non solo il cinema, ma tutto il mondo dell’arte, dello spettacolo e delle molteplici espressioni della cultura. Giffoni 2009 è il risultato di tante energie concentrate in un programma lungo 14 giorni. Produttori, distributori, talenti nazionali ed internazionali, partner pubblici e privati: a tutti il mio più sentito ringraziamento”. 

 

GLI OSPITI

Alla vigilia dei suoi primi 40 anni, la manifestazione per ragazzi più famosa al mondo, porta nella Cittadella del Cinema grandi star internazionali del calibro di Winona Ryder, Naomi Watts, Eva Mendes, Christina Ricci, Baz Luhrmann, Liev Schreiber che vanno ad affiancare gli artisti italiani più amati nel nostro paese e non solo: Giovanna Mezzogiorno, Laura Morante, Francesca Neri, Raoul Bova, Claudio Santamaria, Filippo Timi,  Kasia Smutniak, Eleonora Giorgi, Maurizio Scaparro, Enzo D’Alò, Claudio Bisio, Federico Moccia,  Davide Ferrario, Francesco Salvi e Paolo Conticini. E ancora i giovani volti del cinema e della televisione come: Carolina Crescentini, Giulia Elettra Goretti, Michela Quattrociocche, Anna Safroncik, Guido Caprino, Alba Rohrwacher, Diane Fleri, Mary Petruolo, Benedetta Valanzano, Emanuele Bosi, Filippo Vitte, Sara Mollaioli, Nunzio Giuliano, Andrea Bosca, Lorenzo Balducci, Pietro Ragusa, Alessandro Roja e Vinicio Marchioni.

 

Sergio Castellitto, Luigi Lo Cascio, Milo Manara, Stefano Reali, Vincenzo Cerami, Diego De Silva, David Warren e Valerio Caprara terranno una serie di lezioni d’autore a 100 ex giurati tra i 18 e i 21 anni. Regia, sceneggiatura, interpretazione, critica cinematografica, disegno e fotografia saranno gli argomenti delle Masterclass, che si svolgeranno al Convento di San Francesco dal 18 al 24 luglio.  

 

I FILM

Ma non saranno solo i volti i grandi protagonisti del Giffoni Film Festival. Con oltre 160 titoli, di cui più di 70 in concorso, la rassegna presenta una ricca selezione di opere provenienti da 29 nazioni, molte delle quali in anteprima per l’Italia.

I film, come ogni anno, saranno valutati dalle giurie, vera anima del Festival, che quest’anno sono composte da 2800 giovani  (600 in più rispetto alla scorsa edizione) provenienti da 39 paesi, con un’età compresa tra i 3 e i 21 anni.

Divisi tra le sezioni – Elements (+3, +6 e +10),  Generator + 13, Generator +16 e Sguardi inquieti, sezione riservata agli adulti – i film mettono in scena numerosi temi di grande attualità.

Le opere della sezione Elements +6 affrontano vari argomenti: dalla necessità di preservare la fauna e la flora del pianeta in “MISSING LINX” (vincitore del Premio Goya come miglior film di animazione e co-prodotto da Antonio Banderas), alla ricerca della propria identità in “LILLY THE WITCH – THE DRAGON AND THE MAGIC BOOK” (che sarà distribuito in Italia dalla Walt Disney Motion Picture), dalla ricerca di una famiglia in “CARLITOS AND THE CHANCE OF A LIFETIME” ai tentativi di aiutare, in maniera rocambolesca, i genitori in difficoltà come in “LITTLE ROBBERS”, “THE CROCODILES” e “LIPPEL’S DREAM”.

Le storie dominanti della sezione Elements +10 sono quelle dell’amore e dell’amicizia: quasi tutti i giovani protagonisti sono innamorati. Tuttavia l’amore può condurre a compiere gesti le cui conseguenze possono essere inaspettate, o anche azzardate, e mettere in pericolo l’amicizia come nel film francese “TROUBLE AT TIMPETILL” di Nicolas Bary, in cui Gerard Depardieu e Carole Bouquet regalano una deliziosa apparizione. Nell’iraniano “A TIME TO LOVE” di Ebrahim Forouzeh, il vero amore e i valori dell’amicizia garantiranno al protagonista il rispetto e la considerazione necessaria per la vita di una persona diversamente abile. Presente anche il tema dell’integrazione, affrontato dal canadese “SUMMERHOOD” di Jacob Medjuck, basato su episodi reali dell’infanzia dello stesso regista.

I film della sezione Generator + 13 affrontano diverse problematiche adolescenziali come nella pellicola olandese “HOW TO SURVIVE TO MY SELF?” di Nicole Van Hilsdonk, in cui una tredicenne deve far fronte alle difficoltà di vivere in un posto che non conosce, senza amici e alle prese con i cambiamenti che questa età travagliata comporta. I tormenti della depressione sono raccontati in “IT’S NOT ME, I SWEAR!” di Philippe Falardeau – premio come miglior film canadese del 2008, in cui una madre decide di abbandonare marito e figli perché oppressa dalle responsabilità della vita. La crisi del lavoro e della famiglia si trovano nella pellicola “WHERE GOD LEFT HIS SHOES” di Salvatore Stabile dove un grande John Leguizamo (Romeo+Juliet, Moulin Rouge, Summer of Sam) è un capofamiglia sfortunato che alla vigilia di Natale si ritrova improvvisamente senza un lavoro e senza una casa. Anche il rapporto con la morte di giovani adolescenti viene affrontato in più di un titolo: “GLOWING STARS” della svedese Lisa Siwe ripercorre la vita di un’adolescente che deve affrontare, allo stesso tempo, le trasformazioni e la vivacità della propria età e l’angoscia per una madre che sta morendo; mentre in “THROUGH A GLASS, DARKLY” di Jesper W. Nielsen una ragazza condannata da una malattia incurabile, grazie ad un patto stretto con un “angelo”, impara ad accettare la morte e a capire quanto meraviglioso sia vivere appieno ogni giorno. Morte e tragedia familiare anche in “ACCIDENTS HAPPEN” di Andrew Lancaster in cui si racconta il lento sgretolarsi di una famiglia a causa della morte di un figlio. Presente nel cast Geena Davis nello splendido ruolo della madre.

I film della sezione Generator +16 affrontano aspetti anche molto più forti come il dramma dei bambini soldato nell’Africa dilaniata da conflitti nel francese “JOHNNY MAD DOG” di Jean-Pierre Sauvaire. L’opera, prodotta da Mathieu Kassovitz (regista del pluripremiato “L’Odio” e attore di numerosi film tra cui “Il Favoloso Mondo di Amelie” e “Munich”), è uno sguardo sulla realtà oscura e disarmante della guerra civile che ha sconvolto la Liberia tra il 1989 e il 2003. Africa ancora protagonista nella storia di Apertheid della pellicola anglo-sudafricana “SKIN”, che annovera nel cast attori del calibro di Sam Neill (Jurassic Park, Caccia a Ottobre Rosso, L’Uomo che Sussurrava ai Cavalli) e Sophie Okonedo (candidata all’Oscar per Hotel Rwanda). Il difficile percorso di riabilitazione emotiva che segue il lutto è affrontato da “A YEAR AGO IN WINTER” della regista Caroline Link, Premio Oscar per il film Nowhere in Africa e candidata al Premio Oscar nel 1998 per Beyond silence, presentato in concorso a Giffoni. Nel film “MY SUICIDE” del regista americano David Lee Miller, ci viene presentata attraverso l’occhio della videocamera la vita di Archibald, un giovane liceale afflitto dai problemi dell’adolescenza. L’opera è un interessante esperimento di ibridazione visuale in cui si intrecciano cinema e documentario, motion-graphic e animazione. La vicenda offre uno sguardo acuto, interessante e diretto, sulla tendenza autodistruttiva che si riscontra in molti giovani d’oggi anche a causa dell’eccessivo bombardamento mediatico. Il tema del “vuoto” causato dalla morte accidentale di un figlio, viene affrontato in “THE GREATEST”, opera prima della regista Shana Feste, dove il ruolo dei genitori è affidato a due grandi del cinema: Susan Sarandon e Pierce Brosnan. Trasgressione e aggressività nel film CHERRYBOMB di Glenn Leyburn e Lisa Barros D’Sa in cui Rupert Green (il Ron di Harry Potter) interpreta un ragazzo che per noia decide insieme ai suoi amici di passare un fine settimana all’insegna della violenza più sfrenata.

EVENTI SPECIALI

Giffoni omaggia il grande cinema italiano con una serata speciale dedicata a Sergio Leone. Sabato 18 luglio il pubblico del Festival potrà rivedere il capolavoro “C’era una volta il West”.

A Sergio Castellitto, Premio Truffaut Giffoni 2009 e ospite d’onore, sarà dedicata una retrospettiva. Verranno proiettati: “L’ORA DI RELIGIONE”, “’O PROFESSORE”, “CATERINA VA IN CITTA’” e “NON TI MUOVERE”.

Il programma degli “eventi speciali” prevede lunedì 13 il film di Maurizio Scaparro, “L’ULTIMO PULCINELLA”, che annovera  Massimo Ranieri nel cast e Diego De Silva alla sceneggiatura. Il 14 luglio sarà proiettato il corto d’animazione in 3D realizzato dagli studenti delle scuole medie di Scampia in collaborazione con la Fondazione Cannavaro Ferrara e la Fondazione Vodafone. Nella stessa giornata altre due produzioni italiane: “L’UOMO FIAMMIFERO” di Marco Chiarini e “IL SOFFIO DELL’ANIMA” di Victor Rambaldi. Omaggio al cinema d’animazione mercoledì 15 con un’altra esclusiva mondiale: verranno proiettati i primi 25’ del nuovo attesissimo “PLANET 51”  degli Ilion Animation Studios. Doppio appuntamento con Enzo D’Alò che parlerà del suo ultimo lavoro: “PIPÌ, PUPÙ E LA ROSMARINA” (Rai Fiction), scritto da Vincenzo Cerami.  D’Alò presenzierà anche alla proiezione de “LA GABBIANELLA E IL GATTO”. Eleonora Giorgi presenterà “L’ULTIMA ESTATE”, il suo secondo lavoro come regista. L’attrice sarà presente in sala insieme a tutto il cast. Il presidente della Crystal Sky, Steven Paul, sarà a Giffoni giovedì 16 luglio per presentare la sua ultima produzione  “OPPOSITE DAY”. Sempre il 16 nella Cittadella del Cinema verrà proiettata “INTERROGAZIONE DI STORIA”, la puntata vincitrice del concorso “Storie di Classe” realizzato da Walt Disney Television Italia.

Il 17 luglio verrà proiettato “15 secondi”, il cortometraggio sulla pena di morte scritto e diretto da Gianluca Petrazzi, coprodotto e interpretato da Raoul Bova. L’attore sarà presente anche alla proiezione del film di Roberto Burchielli “SBIRRI”. Venerdì Giffoni consegnerà un premio speciale per l’impegno sociale a Mediafriends dopo la proiezione de “IL FILM DEI SOGNI”. Si continua sabato 18 con “JONAS BROTHERS: THE 3D CONCERT EXPERIENCE” uno scatenato rockumentary della Walt Disney Pictures diretto da Bruce Hendricks. Nello stesso giorno spazio al regista-scrittore Federico Moccia e al suo attesissimo “AMORE 14”. Lo stesso giorno Giffoni Experience consegnerà il premio Disney Nature a ”EARTH, UNO SGUARDO SUL PIANETA TERRA”, dei registi americani Alastair Fothergill e Mark Linfield. Il film documentario, prodotto dalla Disney, è un viaggio per celebrare la bellezza della natura e denunciare le conseguenze negative del cambiamento climatico che sta avvenendo nel mondo. Domenica 19 Davide Ferrario sarà presente durante la proiezione del suo “TUTTA COLPA DI GIUDA”. Nella stessa giornata verrà proiettato in anteprima il documentario “VOCI DAL BUIO” di Giuseppe Carrisi. L’evento speciale della giornata sarà il film-concerto in 3D della Disney “HANNAH MONTANA/MILEY CYRUS: BEST OF BOTH WORLDS CONCERT TOUR”.

“SI PUÒ FARE” è il titolo in programmazione lunedì 20, una commedia un po’ amara per la regia di Giulio Manfredonia con Claudio Bisio e Anita Caprioli. Martedì 21 la proiezione de “IL PAPÀ DI GIOVANNA” sarà presenziata da Francesca Neri e Alba Rohrwacher. Il 22 luglio Filippo Timi presenzierà il film “COME DIO COMANDA”. Lo stesso giorno verranno presentati “KATYN”, l’ultimo lavoro del maestro Andrzej Wajda e “AUTOVELOX”, il corto sulla sicurezza stradale di Gianluca Ansanelli. Giovedì 23 è in programma il film “DONNIE DARKO” nella versione director’s cut a cui farà seguito la proiezione del sequel inedito, “S. DARKO”.

IV EDIZIONE DEL PREMIO VITTORIO MEZZOGIORNO

Il Premio Vittorio Mezzogiorno, giunto alla quarta edizione, verrà assegnato per la prima volta a Giffoni. Questo riconoscimento, fortemente voluto dalla figlia Giovanna che l’ha istituito nel 2004 a dieci anni dalla prematura scomparsa del padre, viene conferito all’attore e all’attrice emergente con l’obiettivo di favorirne il personale percorso formativo e lavorativo. La giuria è presieduta da Giovanna Mezzogiorno, dalla madre Cecilia Sacchi e dagli sceneggiatori Dino e Filippo Gentili.

“Sono contenta che il Premio Vittorio Mezzogiorno sia ospitato dal Giffoni Film Festival – dichiara Giovanna Mezzogiorno – , e questo per le caratteristiche essenziali del Festival che ben si sposano con la filosofia del premio dedicato a mio padre: la capacità di vedere la realtà con occhi puliti e sensibilità limpida, come ha detto del Festival Meryl Streep. I ragazzi della giuria vivono i film senza pregiudizi, senza finzioni. Il loro è uno sguardo puro che porta in sé il germe di un desiderio profondo: cambiare il mondo in meglio. Un sogno, un’utopia forse, ma fondamentale per chi non si limita a vivere la realtà ma la vorrebbe migliore di quella che è. Per farlo bisogna saper andare controcorrente, come Claudio Gubitosi che, proprio negli anni ’70, ha avuto l’idea di creare un Festival di cinema per ragazzi. Per questo sono convinta che il Premio Vittorio Mezzogiorno e il Giffoni Film Festival faranno un bel pezzo di strada insieme”.

I premi, che consistono in due somme in denaro di 5.000 euro ciascuno, saranno consegnati il 25 luglio da Giovanna Mezzogiorno. Le edizioni precedenti sono state vinte da Ascanio Celestini, Teresa Saponangelo, Cristiana Capotondi, Davide Enia, Valerio Mastandrea e Federica Festa.   

 

 

 

SOCIAL & SPECIAL PROJECTS

Anche quest’anno Giffoni Experience è affiancato da aziende nazionali ed internazionali che sostengono e condividono gli obiettivi e l’identità socio-culturale del festival. Alcuni partner, in collaborazione con Giffoni, hanno realizzato campagne sociali ideate per sensibilizzare le nuove generazioni su temi come l’ecologia e la solidarietà.

La Banca della Campania, che da anni sostiene il Giffoni Experience, ha presentato la terza edizione di “…aspettando Giffoni 2009” (24 giugno – 9 luglio), kermesse di cinema, spettacolo e cultura. L’istituto di credito campano, nell’ambito della partnership che lo lega a Giffoni Experience, ha realizzato per il secondo anno consecutivo una Card dedicata al festival e ai giovani, ed ispirata ai valori della cultura e della comunicazione.

Il Cial (Consorzio imballaggio alluminio) ha promosso il progetto “Obiettivo Alluminio”, un concorso di idee per gli studenti delle scuole superiori, attraverso la fotografia e la scrittura di taglio giornalistico, che ha lo scopo di raccontare l’uso quotidiano dell’alluminio (imballaggi, raccolta differenziata e riciclo).

Il gruppo Bosch, leader mondiale nella fornitura di tecnologie e servizi, ha ideato il progetto “Bosch Missione Ambiente”, un concorso didattico-creativo rivolto alle scuole di infanzia, primarie e secondarie di primo grado. L’iniziativa ha l’obiettivo di sensibilizzare le nuove generazioni al rispetto del pianeta e costruire con loro un futuro migliore: approfondimenti e materiali didattici, lezioni a tema ambiente, giochi, e la possibilità per le scuole di essere protagoniste del festival con il proprio elaborato creativo.

La Henkel Italia S.p.a., azienda che distribuisce prodotti con il marchio Dixan è una delle multinazionali più impegnate nel campo della responsabilità sociale e dello sviluppo sostenibile. Da nove anni sostiene l’iniziativa “Dixan per la Scuola“, progetto che ha già coinvolto oltre 30.000 istituti: un’esperienza formativo-didattica capace di conquistare e far esprimere gli alunni valorizzando la multidisciplinarietà e l’interazione senza mai dimenticare la solidarietà.

Anche nel 2009 Air France Klm si conferma sponsor e vettore aereo ufficiale di Giffoni Experience. La partnership di quest’anno ha previsto la realizzazione di una campagna di comunicazione affidata ai ragazzi della web-community di Giffoni che sono stati coinvolti in un contest creativo sul tema “volo+experience”.

Nuovo sponsor di Giffoni Experience è la Sony Computer Entertainment Europe, azienda leader mondiale nell’Hi-tech e nel settore dei videogames. Nell’ambito di questa nuova collaborazione è stato ideato un challenge creativo per la realizzazione del “Mondo che vorrei” avvalendosi del titolo per Playstation 3 “Little Big Planet“. A questo contest parteciperanno i ragazzi della Web-community di Giffoni Experience e di Playstationplanet.it. Il miglior “level” verrà presentato e premiato durante la 39a edizione.  

GIFFONI CAMBIA MUSICA:

Tracce di musica dal mondo animeranno le strade e i luoghi del Festival. Un programma che va dalla musica classica dei 250 giovani artisti del Conservatorio di Salerno ai concerti degli “idoli” dei teenagers come GIUSI FERRERI e MATTEO BECUCCI (X-Factor); dalla tradizione popolare proposta dai gruppi “ALLA BUA” e “MUNICIPALE BALCANICA” ai ritmi africani de “I TAMBURI DEL SENEGAL” fino alle spettacolari performance con la CAPOEIRA brasiliana. Grandi concerti sul palco durante le serate con BANDABARDÒ, CESARE CREMONINI, LOST, MALIKA AYANE e CLUB DOGO.  

 

E ANCORA: MOSTRE, TEATRO E ANIMAZIONI…

Da otto anni Giffoni dedica ampio spazio al teatro, proponendo nella suggestiva cornice del Giardino degli Aranci, la rassegna “Il Posto delle Favole”. Dal 12 al 25 luglio verranno presentati diversi spettacoli, allestiti da prestigiose compagnie nazionali specializzate nel teatro per ragazzi.

 

Ricco anche il programma dell’animazione: quest’anno verrà realizzato uno Speciale Il posto delle favole, con letture accompagnate da piccole orchestre composte dagli studenti del Conservatorio di Salerno. Il progetto, “Ali per Leggere”, è a cura di Mondadori Education.

 

Rinnovato anche l’appuntamento con l’arte con la mostra “Artabù – icone della trasgressione” al Convento di San Francesco dal 12 al 25 luglio. L’esposizione, che riprende il tema “Tabù” di questa edizione del Festival, propone le opere di 27 artisti contemporanei italiani e stranieri, che esprimono il rinnovamento del linguaggio artistico in relazione al rapporto tra arte e società. Le opere verranno valutate dai ragazzi della Giuria, da una commissione di giornalisti italiani e stranieri presenti al Festival e da tutti gli iscritti alla Web – Community  di Giffoni, che potranno votare online l’opera preferita. Alla migliore verrà consegnato il premio Giffoni per l’arte”, che consiste in 3 sculture in terracotta policroma realizzate dallo scultore ceramista Massimiliano Giara che rappresentano il Grifone, simbolo di Giffoni.

* * *

 

 

Print Friendly

11 luglio 2009