La complessità del senso
19 10 2017

Fantascienza a Trieste

news_sciencefiction1.jpg

Science+Fiction

FESTIVAL DELLA FANTASCIENZA
EDIZIONE ZEROSETTE

Trieste 12-18 Novembre 2007

PREMIO URANIA ALLA CARRIERA A JOE DANTE
EVENTI SPECIALI CON METROPOLIS E BLADE RUNNER

Science+Fiction La  settima edizione della manifestazione dedicata all’esplorazione dei mondi del fantastico, dei linguaggi sperimentali e delle nuove tecnologie nelle produzioni di cinema, televisione, arti visive e dello spettacolo si è svolta negli spazi del Cinecity multiplex (Torri d’Europa) dal 12 al 18 novembre.

Joe Dante ospite d’onore a Trieste ha ricevuto il premio alla carriera Urania d’argento (istituito in collaborazione con la principale rivista italiana di fantascienza, “Urania”) e ha presentato al pubblico una selezione dei suoi film più acclamati, da Innerspace (Salto nel buio, 1987) a Matinée (1983) e Small Soldiers (1998), fino al recentissimo Homecoming (2005), tratto dalla serie Masters of Horror.

cinema_innerspace1.jpg
Salto nel buio, Joe Dante 1987

Metropolis di Fritz Lang (1927) è stato presentato in collaborazione con la Fondazione Cineteca Italiana di Milano, in un’edizione integrale restaurata nel 2001 con le più avanzate tecnologie digitali da un pool di archivi coordinati dalla F.W. Murnau Stiftung. Il film è stato accompagnato dal vivo al pianoforte da Francesca e Federica Badalini.

cinema_metropolis.jpg
Metropolis, Fritz Lang 1927

Neon zerosette – selezione ufficiale del festival: panoramica sulle più recenti produzioni nei settori della science fiction, del fantasy e dell’horror; oltre alle anteprime, promosse in collaborazione con le maggiori case di distribuzione italiane e internazionali,  la sezione competitiva per il miglior lungometraggio (al film vincitore va il Premio Asteroide) e la selezione per il miglior cortometraggio fantastico europeo – European Fantastic Shorts – in collaborazione con la EFFFF.

 

I PREMI

Presidente della Giuria Internazionale Alfredo Castelli, il creatore di Martin Mystere, ospite del festival proprio nell’anno del venticinquennale del suo celebre fumetto.

Premio Asteroide a LOS CRONOCRIMENES, dello spagnolo Nacho Vigalondo,

Lo ha deciso la Giuria di science+fiction 07, presieduta da Alfredo Castelli, il creatore di Martin Mystère, ospite del festival proprio nell’anno del venticinquennale del suo celebre fumetto. Motivazione: «per la capacità di dimostrare che anche con un piccolo budget si possono raccontare delle storie incredibili e straordinarie. Il protagonista della pellicola rivela che per rimanere uomini comuni talvolta bisogna essere simili a dei mostri».

Premio Méliès d’Or (sezione European fantastic short) al cortometraggio ABSENCE del francese Kevin Lecomte. Il film ha ricevuto la Nomination per il Miglior cortometraggio fantastico europeo, che gli permetterà di concorrere nel 2007 al Méliès d’Or della Federazione Europea dei festival di cinema fantastico. Motivazione: “per l’eccellenza nella realizzazione di una storia commovente e insieme universale”.

Menzione speciale al cortometraggio THE REPTILE DAY, di Tom Hickmore, Regno Unito.

 

 __________________

Numerosi sono stati i programmi e gli eventi speciali, per scoprire il pianeta fantascienza sotto ogni angolazione. Nel cinquantenario dell’impresa dello Sputnik (1957) il festival ha aperto con una grande retrospettiva sulla fantascienza sovietica: dodici film, tra cui opere fondamentali nella storia del cinema di science fiction come Aelita (1924), Planeta Burg (1962), Stalker (1979) e Kin-Dza-Dza (1986).

Grande attenzione è stata dedicata alla science fiction francese, con il proseguimento del progetto Voyage Fantastique (in collaborazione con il Centro Culturale Francese di Milano e l’Ambasciata di Francia): in calendario un focus sulle ultimissime produzioni di cinema di genere d’Oltrealpe e un programma dedicato agli incroci tra fumetto e film di fantascienza – SF & BD (in collaborazione con Napoli Comicon). Tra i film selezionati, anche i capolavori del cinema di animazione firmati dal maestro René Laloux con artisti come Moebius, Caza e Topor: La Planète sauvage (1973), Les Maîtres du temps (1982) e Gandahar (1988).

Inoltre, alcuni omaggi letterari, dedicati a Howard Phillips Lovecraft (con una tavola rotonda guidata da Giuseppe Lippi), a Kurt Vonnegut e Philip K. Dick. E proprio all’autore di La svastica sul sole e Cronache del dopobomba è stata dedicata la proiezione in anteprima del capolavoro di Ridley Scott Blade Runner, nella versione Final Cut.

___________________________
Science+Fiction è un progetto realizzato e promosso dal centro ricerche e sperimentazioni cinematografiche La Cappella Underground, con la collaborazione e il sostegno dell’Assessorato alla Cultura della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, del Comune di Trieste, della Provincia di Trieste, del Ministero per i Beni e le Attività Culturali (DGC) e dell’Università di Trieste.

Print Friendly

18 novembre 2007