La complessità del senso
03 12 2023

Roma 2023, La mamma del gay


Roma, 18-29 settembre 2023
Direttrice artistica Paola Malanga
Auditorium Parco della Musica Ennio Morricone
Altri luoghi: Maxxi, Teatro Palladium, Giulio Cesare, Atlantic, Adriano, Nuovo Cinema Aquila, Rebibbia, Policlinico Gemelli, Casa Circondariale di Latina, Istituto penale minorile Casal Del Marmo.

Malanga:  Abbiamo puntato sulla qualità

Apertura

C’è ancora domani
di Paola Cortellesi
in Concorso, con Paola Cortellesi, Valerio Mastandrea.
Il debutto della Cortellesi nella regia è piaciuto agli spettatori
(Premio del Pubblico)

LE SEZIONI

Progressive Cinema – Visioni per il mondo di domani
Concorso internazionale senza distinzione tra film di finzione, documentari e film in animazione.
Freestyle
Formato e stile liberi, serie, videoclip, film, videoarte.
Grand Public
Cinema per il grande pubblico.
Proiezioni speciali
Best of 2023
Film da altri festival internazionali
Storia del Cinema
Celebri film in versione restaurata, omaggi,
approfondimento della storia del cinema italiano e internazionale.

Premi
Miglior Film: Pedágio (Toll)
di Carolina Markowicz (Brasile, Portogallo)
con Kauan Alvarenga

Suellen aiuta il figlio a entrare in un
gay conversion workshop. I soldi li trova 
aiutando una banda di ladri a rubare orologi.

Gran Premio della Giuria: Urotcite na Blaga (Blaga’s Lessons) di Stephan Komandarev.
Miglior regia: Joachim Lafosse per Un silence (A Silence)
Miglior sceneggiatura: Asli Özge per Black Box
Premio “Monica Vitti” alla Miglior attrice: Alba Rohrwacher per
Mi fanno male i capelli

Premio “Vittorio Gassman” al Miglior attore: Herbert Nordrum per Hypnosen (The Hypnosis).

Premi speciali della Giuria
Ashil (Achilles) di Farhad Delaram, C’è ancora domani di Paola Cortellesi, The Monk and the Gun di Pawo Choyning Dorji.
Miglior commedia (fra i titoli delle sezioni Concorso Progressive Cinema, Freestyle e Grand Public), Premio “Ugo Tognazzi”: Jules di Marc Turtletaub.

Premio del pubblico
C’è ancora domani di Paola Cortellesi

Concorso Progressive Cinema
Giuria: Gael Garcia Bernal (Presidente), Sarah Gavron, Mikko Myllylahti, Melvil Poupaud, Jasmine Trinca. Geppi Cucciari madrina della cerimonia di premiazione.

Un Amor di Isabel Coixet – Spagna.
Cast: Laia Costa, Hovik Keuchkerian, Hugo Silva, Luis Bermejo, Ingrid García-Jonsson, Francesco Carril. Nat fa la traduttrice e ogni giorno si trova a tradurre le storie tragiche e terribili delle donne immigrate. Stressata, molla tutto e va ad abitare a La Escapa, un paesino della Spagna rurale. La casa è malconcia, il padrone di casa è aggressivo, il vicinato sospettoso.
Ashil (Achilles) di Farhad Delaram –  Iran, Germania, Francia.
Cast: Mirsaeed Molavian, Behdokht Valian, Roya Afshar, Neda Aghighi, Firouz Agheli. Due fuggitivi iraniani – un ex cineasta consumato dall’ira e dal dolore e una prigioniera politica da tempo internata in un ospedale psichiatrico – si uniscono per sfuggire alla presa di un governo corrotto.
Avant que les flammes ne s’eteignent (After the Fire) di Mehdi Fikri – Francia.
Cast: Camélia Jordana, Sofiane Zermani, Sonia Faidi, Sofian Khammes, Makita Samba, Hammou Graia, Samir Guesmi. In un quartiere di immigrati di Strasburgo, un’auto brucia. Karim, venticinque anni, muore dopo essere stato arrestato dalla polizia. La sua famiglia, musulmana, piccolo-borghese, tranquilla, è riunita dal dolore. Mentre la polizia tenta di mascherare gli eventi, la sorella Malika si ostina a cercare la verità e chiede giustizia.
Black Box di Asli Özge – Germania, Belgio.
Cast: Luise Heyer, Felix Kramer, Christian Berkel, Timur Magomedgadzhiev, Manal Issa. Nel cortile di un condominio borghese di Berlino viene eretto un contenitore nero nel quale prende posto l’incaricato dell’agenzia immobiliare per la vendita degli appartamenti del palazzo. Malumori, battibecchi, ripicche tra gli abitanti, che compongono un microcosmo variegato.
C’è ancora domani di Paola Cortellesi (op) – Italia
Cast: Paola Cortellesi, Valerio Mastandrea, Romana Maggiora Vergano, Emanuela Fanelli, Giorgio Colangeli, Vinicio Marchioni. Bianco e nero. Nella Roma popolare della seconda metà degli anni ’40. Delia è madre di tre figli e moglie di Ivano, gran lavoratore e carattere autoritario. Tra i preparativi per il fidanzamento della primogenita e le confidenze con l’amica Marisa, l’arrivo di una lettera misteriosa fa capire a Delia che ci può essere una vita migliore.
Comme un fils (Like A Son) di Nicolas Boukhrief – Francia.
Cast: Vincent Lindon, Karole Rocher, Stefan Virgil Stoica. Rapporto a due, Un insegnante di storia che va in aspettativa dopo uno scontro con uno studente e un ragazzino rom di quattordici anni che una sera rapina un negozio insieme a due compagni più grandi.
En dag kommer allt det här bli ditt (One Day All This Will Be Yours) di Andreas Öhman – Svezia.
Cast: Karin Franz Körlof, Peter Haber, Suzanne Reuter, Liv Mjönes, Emil Almén, Arvin Kananian, Mattias Fransson, Filip Berg. Mentre sta terminando un suo nuovo libro, la cartoonist Lisa viene convocata insieme alla sorella e al fratello nella fattoria di famiglia nel nord della Svezia. I genitori hanno un annuncio importante circa la foresta che la famiglia possiede da generazioni.
La Erección de Toribio Bardelli (The Erection of Toribio Bardelli) di Adrián Saba – Perù, Brasile.
Cast: Gustavo Bueno, Gisela Ponce de León, Rodrigo Sánchez Patiño, Michele Abascal, Lucélia Santos. In una Lima malinconica e prevalentemente notturna, un padre settantenne e tre figli grandi fanno i conti con le rispettive vite. 
Fremont di Babak Jalali, Holiday di Edoardo Gabbriellini – Stai Uniti.
Cast: Anaita Wali Zada, Gregg Turkington, Jeremy Allen White. A Fremont, città della Bay Area, viene chiamata anche Little Kabul, perché ospita una delle più grandi enclave di afghani negli Stati Uniti, Donia sta cercando un senso di comunità.
Holiday di Edoardo Gabbriellini – Italia.
Cast: Margherita Corradi, Giorgia Frank, Alessandro Tedeschi, Alice Arcuri, Alessia Giuliani, Flavio Furno, Massimo Mesciulam, Alessio De Persio, Alessio Raffaghelli, Francesca Maselli, Anna Argenti, Asia Spina. Genova. Veronica, una ragazza diciottenne accusata di avere ucciso la madre e il suo amante, esce di prigione. Con l’aiuto dell’amica Giada cerca di affrontare il mondo, i media e un’adolescenza interrotta.
Hypnosen (The Hypnosis) di Ernst De Geer (op) – Svezia, Norvegia, Francia.
Cast: Herbert Nordrum, Asta Kamma August. Viaggio grottesco non solo nel mondo delle start-up, ma soprattutto nella volatilità e negli imprevedibili mutamenti dei ruoli femminili.
Mi fanno male i capelli di Roberta Torre – Italia
Cast: Alba Rohrwacher, Filippo Timi. Una bella signora bionda sulla spiaggia, orme, onde, lei che raccoglie qualcosa dalla sabbia. Poi si avvicina a un ragazzo e gli dice di essersi perduta. Da una casa vicina un uomo la osserva: Monica sta perdendo la memoria, Edoardo, il marito, la accompagna con tenerezza nelle vite che lei si ricostruisce attraverso i film di Monica Vitti.
The Monk and the Gun di Pawo Choyning Dorji – Stati Uniti, Francia, Taiwan.
Cast: Tandin Wangchuk, Deki Lhamo, Pema Zangmo Sherpa, Tandin Sonam, Harry Einhorn, Choeying Jatsho, Tandin Phubz, Yuphel Lhendup Selden, Kelsang Choejay. Nel 2006, il re del Buthan decide di abdicare e vengono indette le elezioni democratiche, per la prima volta nella storia. Bisogna perciò insegnare alla popolazione come si vota.
Pedágio (Toll) di Carolina Markowicz (op) – Brasile, Portogallo.
Cast: Maeve Jinkings, Kauan Alvarenga, Thomás Aquino, Aline Marta Maia, Isac Graça. Cubatão, città della regione di São Paulo, si vanta di un primato ecologico ma è tra le più industrializzate del Brasile. Tra le pieghe della città si muovono Suellen, addetta al pedaggio sulla trafficatissima autostrada, e suo figlio Tiquinho, diciassettenne appassionato di dive classiche.
Peluri – Kuolema on elävien ongelma (La morte è un problema dei vivi) di Teemu Nikki – Finlandia, Italia.
Cast: Pekka Strang, Jari Virman, Elina Knihtilä, Hannamaija Nikander, Pihla Penttinen. Risto e Arto, sono due vicini di casa che s’incontrano per caso e diventano amici, trasportano salme, spesso “eccentriche”.
Un Silence (A Silence) di Joachim Lafosse, Sweet Sue di Leo Leigh, Urotcite na blaga (Blaga’s Lessons) di Stephan Komandarev. – Belgio, Francia, Lussemburgo.
Cast: Daniel Auteuil, Emmanuelle Devos, Matthieu Galoux, Salomé Dewaels, Jeanne Cherhal. L’abuso famigliare e il silenzio. L’equilibrio di un celebre avvocato crolla improvvisamente dopo venticinque anni, quando i figli decidono di iniziare la loro personale ricerca di giustizia. 
Sweet Sue
di Leo Leigh (op) – Regno Unito
Cast: Maggie O’Neill, Tony Pitts, Harry Trevaldwyn. Matura londinese single, con una vita famigliare incasinata, Sue passa il tempo tra il suo negozio, le visite alla madre in un istituto e il pub. L’appuntamento della serata le dà buca per telefono. E Sue si sbronza un po’.
Urotcite na Blaga (Blaga’s Lessons)
di Stephan Komandarev – Bulgaria, Germania.
Cast: Eli Skorcheva, Gerasim Georgiev – Gero, Rozalia Abgarian, Ivan Barnev, Stefan Denolyubov, Ivaylo Hristov. Blaga, insegnante di settant’anni appena rimasta vedova, ha accumulato il piccolo capitale necessario per acquistare la tomba doppia nella quale prima o poi raggiungerà il marito. Quando resta vittima di una spettacolare truffa agli anziani, è costretta a inventarsi qualcosa.

Premio Miglior Opera Prima
Giuria: Paolo Virzì (Presidente), Adeline Fontan Tessaur, Abi Morgan.

– Ashil (Achilles) di Farhad Delaram
– Avant que les flammes ne s’eteignent (After the Fire) di Mehdi Fikri
– C’è ancora domani di Paola Cortellesi 
Cottontail di Patrick Dickinson 
– Dall’alto di una fredda torre
di Francesco Frangipane 
– Gonzo Girl di Patricia Arquette Hypnosen (The Hypnosis) di Ernst De Geer
– Mother, Couch di Niclas Larsson
– Palazzina Laf di Michele Riondino
– Sweet Sue di Leo Leigh
– Troppo azzurro di Filippo Barbagallo
– Volare di Margherita Buy.

Premio “Ugo Tognazzi” alla Miglior commedia
Giuria: Philippine Leroy-Beaulieu (Presidente), Alessandro Aronadio, Lisa Nur Sultan.

 

Grand Public

– CENTO DOMENICHE di Antonio Albanese – Italia
Cast: Antonio Albanese, Liliana Bottone, Bebo Storti, Sandra Ceccarelli, Maurizio Donadoni, Elio De Capitani, Sandra Toffolatti, Martin Chishimba, Alessandro Piavani, Stefano Braschi, Nicola Rignanese, Marianna Folli, Federica Fracassi, Giulia Lazzarini.
– COTTONTAIL di Patrick Dickinson (op) – Regno Unito, Giappone
Cast: Lily Franky, Ryo Nishikido, Tae Kimura, Rin Takanashi, Aoife Hinds, Ciarán Hinds, Yuri
Tsunematsu
DALL’ALTO DI UNA FREDDA TORRE di Francesco Frangipane (op) – Italia
Cast: Edoardo Pesce, Vanessa Scalera, Anna Bonaiuto, Giorgio Colangeli, Elena Radonicich,
Massimiliano Benvenuto
DIABOLIK CHI SEI? di Antonio Manetti, Marco Manetti – Italia
Cast: Giacomo Gianniotti, Miriam Leone, Valerio Mastandrea, Monica Bellucci, Pier Giorgio Bellocchio, Chiara Martegiani, Massimiliano Rossi, Mario Sgueglia, Francesco Turbanti, Emanuele Linfatti, Michele Ragno, Amanda Campana, Andrea Arru, Max Gazzè, Carolina Crescentini, Paolo Calabresi, Lorenzo Zurzolo, Barbara Bouchet
DREAM SCENARIO di Kristoffer Borgli – Stati Uniti
Cast: Nicolas Cage, Michael Cera, Julianne Nicholson, Dylan Baker, Tim Meadows
EILEEN di William Oldroyd – Stati Uniti
Cast: Thomasin McKenzie, Anne Hathaway, Shea Whigham, Marin Ireland, Owen Teague
THE END WE START FROM di Mahalia Belo (op) – Regno Unito
Cast: Jodie Comer, Joel Fry, Katherine Waterston, Gina McKee, Nina Sosanya, Mark Strong, Benedict Cumberbatch
– ET LA FÊTE CONTINUE! di Robert Guédiguian – Francia, Italia
Cast: Ariane Ascaride, Jean-Pierre Darroussin, Lola Naymark, Robinson Stévenin, Gérard Meylan,
Grégoire Leprince-Ringuet, Alice Da Luz Gomes
FINGERNAILS di Christos Nikou – Stati Uniti
Cast: Jessie Buckley, Riz Ahmed, Jeremy Allen White, Luke Wilson
JULES di Marc Turtletaub – Stati Uniti
Cast: Ben Kingsley, Harriet Harris, Jane Curtin, Teddy Cañez, Narea Kang, Edward James Hyland, Blair Baker, Joshua Moore, John Skelley, Christopher Kelly, Zoë Winters, Jade Quon
KIMITACHI WA DŌ IKIRU KA (IL RAGAZZO E L’AIRONE) di Hayao Miyazaki, Giappone – Animazione, In coproduzione con Alice nella città.
I LIMONI D’INVERNO di Caterina Carone – Italia, Polonia
Cast: Christian De Sica, Teresa Saponangelo, Francesco Bruni, Luca Lionello, Max Malatesta, Agnese Nano, Anna Iodice, Sergio Basile, Annalisa D’Ambrosio, Filippo Pierangeli
NUOVO OLIMPO di Ferzan Ozpetek – Italia
Cast: Damiano Gavino, Andrea Di Luigi, Luisa Ranieri, Aurora Giovinazzo, Greta Scarano, Alvise Rigo, Giancarlo Commare, Jasmine Trinca
PALAZZINA LAF di Michele Riondino – Italia
Cast: Michele Riondino, Elio Germano, Vanessa Scalera, Domenico Fortunato, Gianni D’Addario,
Michele Sinisi, Fulvio Pepe, Marina Limosani, Eva Cela, Anna Ferruzzo, Paolo Pierobon
THE PERFORMANCE di Shira Piven – Stati Uniti
Cast: Jeremy Piven, Robert Carlyle, Maimie McCoy, Adam Garcia, Isaac Gryn, Lara Wolf
THE ROYAL HOTEL di Kitty Green – Australia
Cast: Julia Garner, Jessica Henwick, Toby Wallace, Hugo Weaving, Ursula Yovich, Daniel Henshall,
James Frecheville, Herbert Nordrum
SALTBURN di Emerald Fennell – Regno Unito
Cast: Barry Keoghan, Jacob Elordi, Rosamund Pike, Richard E. Grant, Alison Oliver, Archie Madekwe, Carey Mulligan
SECOND TOUR di Albert Dupontel – Francia
Cast: Cécile de France, Albert Dupontel, Nicolas Marié, Uri Gabriel
TE L’AVEVO DETTO di Ginevra Elkann, Italia
Cast: Valeria Bruni Tedeschi, Danny Huston, Greta Scacchi, Riccardo Scamarcio, Andrea Rossi, Alba Rohrwacher, Valeria Golino, Marisa Borini, Sofia Panizzi
VOLARE di Margherita Buy (op), Italia
Cast: Margherita Buy, Anna Bonaiuto, Giulia Michelin, Euridice Axen, Francesco Colella, Elena Sofia Ricci
WIDOW CLICQUOT di Thomas Napper – Francia, Regno Unito
Cast: Haley Bennett, Tom Sturridge, Sam Riley, Leo Suter, Natasha O’Keeffe, Anson Boon, Ben Miles.

 

ALTRE SEZIONI

Freestyle
Proiezioni speciali
Best of 2023
Storia del cinema
Restauri

Altri titoli
Accattaroma di Daniele Costantini
The Goat di Ilaria Borrelli
Hotspot – Amore senza rete di Giulio Manfredonia
Invelle di Simone Massi
Io e il secco di Gianluca Santoni
Resvrgis di Francesco Carnesecchi
Suspicious Minds di Emiliano Corapi


ALICE NELLA CITTÀ
Sezione autonoma e parallela
Direttori artistici Gianluca Giannelli e Fabia Bettini
Qui il programma

Premi

– Miglior Film Alice nella città

The other son di Juan Sebastián Quebrada
Menzione speciale

Io e il Secco di Gianluca Santoni

– Premio Raffaella Fiorella per il Miglior Film Italiano: Desirè di Mario Vezza.
Giuria: Riccardo Milani (Presidente onorario), Tarak Ben Ammar, Francesco Motta, Ivan Silvestrini, Yle Vianello, Alessandra De Tommasi.
Premio speciale della giuria: Bangarang di Giulio Mastromauro.

–  Premio The Hollywood Reporter Roma
Giuria: Concita De Gregorio, Paola Natalicchio, Francesca Mazzoleni, Noemi, Michela Cescon.
To Leslie di Michael Morris.

–  Menzione speciale per il miglior attore a Miguel Gonzalez per The Other Son.
– 
Menzione speciale per la miglior attrice a Mia Mckenna Bruce per How To Have Sex.
Menzione speciale uno sguardo sul futuro per la regia a Gianluca Santoni per Io e il secco.

– Premio RB Casting al miglior giovane interprete italiano: Amanda Campana per Suspicious Mind.

 – Premio Onde Corte: Fake Shot di Francesco Castellaneta.

– Premio Siae: Chiedo scusa di Francesco Piras.


Premi alla carriera

Isabella Rossellini

Velluto blu
La morte ti fa bella
La chimera
My Dad Is 100 Years Old

Shigeru Umebayashi

Compositore giapponesse
In the Mood for Love, The Grandmaster
La foresta dei pugnali volanti
La città proibita.

__________________

Qui tutto sulla Festa del Cinema di Roma 2023

Print Friendly, PDF & Email

28 Ottobre 2023