La complessità del senso
27 09 2022

Maigret

Maigret
Regia Patrice Leconte, 2022
Sceneggiatura Patrice Leconte, Jérôme Tonnerre
Fotografia Yves Angelo
Attori Gérard Depardieu,  Jade Labeste, Mélanie Bernier, Aurore Clément, André Wilms, Hervé Pierre, Clara Antoons, Pierre Moure, Bertrand Poncet, Anne Loiret, Elizabeth Bourgine, Philippe Du Janérand.

“Un giorno, tutte le tue certezze si sgretolano”. Certezze caduche è l’essenza dell’indagine e Maigret è simbolo. L’Uno per il Tutto stavolta è Dépardieu, nella multitraccia stratificata dentro e al di là della firma primaria, Georges Simenon. Il caso (Maigret e la giovane morta, 1954) non chiama l’intrigo, invita piuttosto alla lettura del metodo. Il commissario semplicemente usa entrare in situazione, osserva, ascolta. Risale. Ci mette se stesso, mostra che un film, specie un giallo, è soprattutto il documentario di sé, su come le tracce narrative si “realizzano”, componenti oggettuali. Depardieu ci mette il fisico, largo, attempato, riflessivo, sguardo carico di vecchio (nuovo ancora) cinema. I suoi anni sono qui gli anni di Maigret, un carico non estinto di voglia di capire, di esserci, di non sottrarsi. Patrice Leconte non è “grande regista”, ma è regista, parigino del 1947. Ci invita alla leggera discrezione, dello sguardo e del sentimento, dell’indagine non pretenziosa, anche su noi stessi. È un Maigret senza pipa, già molto. Ciascuna inquadratura vive di vita propria, vorremmo un po’ tutti essere noi stessi nei panni di Jules Amédée François Maigret, parte di una tradizione, di un racconto interno, figli di una ricerca nelle cose, apparentati, stavolta, nel volume/spirito di un attore che ci viene incontro, mostrando comprensione. Porta con sé, senza vantarsene, la compagnia di figure non rimpiazzabili, Bertolucci, Truffaut, Ardant. E ora Simenon, in una Parigi d’epoca, perfettamente non “in costume”, bassa, sfumata, piena di indizi discreti. Due ragazze di provincia in città, una viene uccisa, l’altra suscita nel commissario sottili attrazioni. Ma vedrete. Non c’è meccanismo, luoghi, tempi, persone respirano insieme a Maigret, cercando disvelamenti usuali, “senza far troppo male ad alcuno”.

Franco Pecori

Print Friendly, PDF & Email

15 Settembre 2022