La complessità del senso
28 05 2022

Licorice Pizza

Licorice Pizza
Regia Paul Thomas Anderson, 2021
Sceneggiatura Paul Thomas Anderson
Fotografia Paul Thomas Anderson, Bommi Baumann
Attori Alana Haim, Cooper Hoffman, Skyler Gisondo, Mary Elizabeth Ellis, John Michael Higgins, Christine Ebersole, Harriet Sansom Harris, Sean Penn, Tom Waits, Bradley Cooper, Ryan Heffington, Nate Mann, Benny Sadie, Joseph Cross, Danielle Haim, Este Haim, Moti Haim, Donna Haim, Isabelle Kusman, Destry Allyn Spielberg, George DiCaprio, Iyana Halley, Ray Chase, Emma Dumont.

Alla “Fiera degli adolescenti”. Gli anni Settanta, quando Alana (Alana Haim), ragazza di 25 anni, fotografa nelle scuole, in cerca di autonomia, poteva essere affascinata dal quindicenne Gary (Cooper Hoffman); quando Nixon gestiva la crisi petrolifera e il ragazzo sognava la gloria come showman e aiutava la madre in un ufficio di PR. Una sala di flipper, una Pepsi gratis, un negozio di dischi (Licorice Pizza) e il letto ad acqua: il futuro! Quando da politici corrotti emergeva l’idea di ridurre la corruzione nel mondo; quando la polizia ti arrestava per caso, mentre sul set Sean Penn, a cavallo di una moto, saltava ubriaco sopra le fiamme. Alana farà l’attrice in un film? Gary troverà una via? Covincerà la ragazza ad amarlo, a corrergli incontro per l’abbraccio finale? “Non sai nemmeno cosa stia succedendo nel mondo”, gli rimprovera lei; “faresti ancora foto ai ragazzini se non fosse per me”, le risponde lui. James Bond – Live and LetDie – rassicura dal cartellone di un cinema. Non lontano da Hollywood, il riflesso dell’America passata e galleggiante sul piano di un’amara nostalgia leggera, intelligente e quasi protettiva. Giovani irregolari per vocazione storica, sinceri, si impegnano istintivamente nella rincorsa verso il traguardo indefinito di una vita nuova, libera e indipendente. Dopo i favolosi anni Sessanta, il mondo confuso cerca ancora una via giovane, oltre i legami della tradizione (Alana è di famiglia ebrea), senza traguardi precisati. L’attrazione dei due protagonisti è sospesa in una prospettiva indefinita. Cammina cammina, Gary ed Alana arriveranno fino a noi, cercando una pizza digestiva, alla liquirizia. Paul Thomas Anderson è il grande regista di Phantom Thread (Il filo nascosto, 2018). Ha voluto ancora esser lasciato libero di svolgere temi “interni”, schivando i pericoli di riflessioni esplicite. La musica ha un compito facile, grazie al suono di Nina Simone, Bing Crosby, Chck Berry, The Doors, Paul McCartney, David Bowie, Donovan, Blood, Seat & Tears e altri che riconoscerete.

Franco Pecori

Print Friendly, PDF & Email

17 Marzo 2022