La complessità del senso
18 10 2017

Le pagine della nostra vita

film_lepaginedellanostravita.jpg

The Notebook

Nick Cassavetes, 2005

Ryan Gosling, Rachel McAdams, James Garner, Gene Rowlands,

Sam Sheppard, Joan Allen, David Thornton, James Marsden.

 

Allie ha 19 anni. Figlia di borghesi, carattere esplosivo, s’innamora perdutamente di Noah, giovane falegname. Siamo negli anni ’40. La scintilla scocca a Seabrook, nel Nord Carolina, un’estate in villeggiatura. I genitori di Allie, soprattutto la mamma, non vedono futuro nell’amore della loro figlia per quel giovane così “semplice”. La storia ci è narrata da un maturo signore, che la legge, oggi, ad una donna in una casa di risposo. La donna, senza più memoria, si emoziona al racconto e, a tratti, sembra ricordare. Energia e sogno vanno insieme in questo film dal tocco “indipendente”, che ridà alla parola “sentimentale” un senso, nel contesto post-moderno del rimescolio dei generi. Cassavetes, figlio di John, autore nel ’59 del rivoluzionario “Shadows”, gestisce con sensibilità contemporanea il complesso tema dei sentimenti, che possono legare le emozioni di genitori e figli in un’unica esperienza. Coinvolgente l’apporto degli attori. E non è un film ingenuo. A ben vedere, si può cogliere l’imput per una discussione su ciò che unisce e ciò che divide, a partire da una storia sentimentale. Il finale, che non riveliamo, struggente e doppio, sarà una bella sorpresa.

Franco Pecori

Print Friendly

24 giugno 2005