La complessità del senso
18 11 2017

La bestia nel cuore

film_la_bestia_nel_cuore.jpg

La bestia nel cuore

Cristina Comencini, 2005

Giovanna Mezzogiorno, Alessio Boni, Angela Finocchiaro, Stefania Rocca, Giuseppe Battiston, Francesca Inaudi, Roberto Infascelli

Venezia: Giovanna Mezzogiorno (atr)

 

“Tutto sembra, nelle famiglie. Cosa sia vero non lo sai mai”. Il nodo che Sabina/Mezzogiorno ha nel cuore è il tema del film che la Comencini ha tratto dal proprio romanzo. E’ il tema difficile, e purtroppo spesso attuale anche nella realtà, delle molestie di un padre sui figli piccoli. Sabina ama il marito Franco/Boni, attore in Tv, ma, dopo un brutto sogno, sente un’angoscia crescere dentro. Ha bisogno di parlare col fratello Daniele/Lo Cascio e lo va a trovare in America, dove insegna. Il viaggio sposta le realtà quotidiane di Sabina: l’amicizia con la non vedente Emilia/Rocca, che la sostituisce con Maria/Finocchiaro, moglie tradita; il lavoro di doppiatrice di telefilm; e persino il rapporto con Franco lasciano il posto al profondo nel cuore. La regista non distoglie il tema dalla sostanza narrativa. Immagini e sceneggiatura vanno d’accordo e, intanto, sono anche una riflessione, a tratti molto simpatica, sul linguaggio del cinema e della Tv. Si piange e si ride: mai per richiami all’ovvietà, ma per la specifica situazione del racconto. Il finale lascia sapientemente alle nostre coscienze la doverosa riflessione.

 

Franco Pecori

Print Friendly

8 settembre 2005