La complessità del senso
19 11 2017

Anche libero va bene

film_anche_libero_va_bene.jpgAnche libero va bene
Kim Rossi Stuart, 2006
Kim Rossi Stuart,Alessandro Morace, Barbara Bobulova, Marta Nobili.

Una gran voglia di famiglia unita. Tra Moretti e Amelio, una terza via dell’amore paterno: dura, priva di risposte ideali. E vista con gli occhi del figlio. Tommi, 11 anni, si sente addosso le urla del padre, Renato, incappato in una moglie che “frigge” e va e viene. Cameraman freelance e mammo per forza, il giovane marito cerca riscatto alle proprie frustrazioni nella speranza di un figlio “campione” di nuoto. Ma Tommi chiede il calcio, da centrocampista. O anche da “libero”, va bene. Renato, alla fine, lo capirà e non lo chiamerà più “frocetto”. Tommi sa capire e soffrire (bravissimo Alessandro Morace). Più maturo di tutti, del padre, della madre e della sorella Viola, già grandina e vicina alle inquietudini materne, il bambino è la speranza di una generazione capace di assorbire le reazioni di padri disperarati. “I bambini ci guardano”, diceva De Sica nel 1943. Certo, le macerie da cui guardava Pricò erano diverse dal cumulo di problemi che incombono su Tommi. Tuttavia la speranza si rinnova. Al debutto nella regìa, Rossi Stuart va “liscio”, senza intrighi di montaggio. Persino troppo “naturale” come attore, mostra buona sensibilità verso il piccolo protagonista.

Franco Pecori

Print Friendly

5 maggio 2006