La complessità del senso
16 12 2017

Pesaro, Nuovo cinema israeliano e Speciale Lattuada

 

Retrospettiva

La Mostra Internazionale del Nuovo Cinema, in collaborazione con l’Israel Film Fund,dedicherà la sua ampia retrospettiva al cinema israeliano “di tendenza” del nuovo millennio, caratterizzato da un alto indice di indipendenza culturale e creativa e da uno spirito critico legato alle questioni socio-politiche del paese. Recentemente il cinema israeliano ha avuto un crescente riscontro nell’ambito dei festival internazionali, con frequenti e prestigiosi riconoscimenti. Film come “Or” di Keren Yedaya (Premio Camera d’Or a Cannes) e “To Take a Wife” di Ronit e Shlomi Elkabetz (Premio del pubblico alla Settimana Internazionale della Critica a Venezia), “Free Zone” di Amos Gitai (Premio per la Migliore Interpretazione Femminile a Cannes) e “Beaufort” di Joseph Cedar (Miglior Regia a Berlino) hanno contribuito a creare un forte clima di interesse di critica e di pubblico in tutta Europa. Anche il mercato distributivo italiano si è dimostrato sensibile all’evoluzione di una cinematografia sempre più ricca di talenti. In tal senso, a parte diversi lungometraggi di Amos Gitai, ricordiamo la presenza nel circuito delle sale italiane di opere significative come “Meduse” di Etgar Keret e Shira Geffen, “Qualcuno con cui correre” di Oded Davidoff, “Il giardino di limoni” di Eran Riklis, “Valzer con Bashir” di Ari Folman candidato all’Oscar come miglior film straniero. La retrospettiva intende fare il punto sulla situazione attuale della cinematografia israeliana, con particolare riferimento a quegli autori che si sono espressi con successo negli ultimi dieci anni. Una ricognizione, totalmente inedita, di un variegato e vivace movimento. A completare la retrospettiva, come di consueto, il Festival propone un convegno di studi e un volume monografico (Marsilio).

 

Evento Speciale: Alberto Lattuada

 cinema_lattuadaguendalinaok
Lattuada e Jacqueline Sassard sul set di Guendalina (1958)

Il 23° Evento Speciale dedicato al cinema italiano, organizzato con la Fondazione Centro Sperimentale di Cinematografia, a cura di Adriano Aprà, sarà dedicato ad Alberto Lattuada la cui filmografia conta, in quasi un cinquantennio di attività, 33 lungometraggi per il cinema e importanti incursioni televisive. Accanto a successi come Il bandito (1946), Anna (1951), La spiaggia (1954), Mafioso (1962) o Venga a prendere il caffè… da noi (1970), ci sono gli insuccessi di opere personali come Luci del varietà (1950), Il cappotto (1952) o La steppa (1962), che il tempo ha comunque saputo risarcire. Lattuada ha saputo sfidare la censura del tempo affrontando, e anticipando, temi inediti per il nostro cinema, ai quali ha saputo dare una forma sapiente che ne fa un maestro di mise en scène. A corollario una tavola rotonda di studio, un libro monografico (Marsilio) e un ricco volume fotografico con le schede di tutti i film di Lattuada (edito insieme alla Fondazione Centro Sperimentale di Cinematografia).

 

Concorso Pesaro Nuovo Cinema-Premio Lino Miccichè

Nella sezione a concorso (premio di seimila Euro)
sette film provenienti dai punti caldi della produzione mondiale
sempre all’insegna del Nuovo Cinema.

Cinema in Piazza

Sette proiezioni serali in anteprima a “cielo aperto” nella piazza principale di Pesaro,
all’insegna del connubio tra la qualità, secondo la tradizione pesarese,
e la capacità di rivolgersi ad un vasto pubblico che sarà chiamato a premiare il miglior film della Piazza.

Paolo Gioli

L’attenzione per il cinema italiano prosegue con la proiezione di
tutti i film inediti di Paolo Gioli, nonché una selezione dei più importanti lavori realizzati
dal fotografo e filmmaker italiano dal 1969 a oggi.

Formatosi all’Accademia di Belle Arti di Venezia, grande sperimentatore, Gioli affianca alla sua produzione fotografica e cinematografica la sperimentazione di tecniche come la serigrafia e la litografia. Negli anni ‘70 sperimenta i suoi noti processi di trasferimento dell’emulsione Polaroid su supporti come carta da disegno, tela, seta, legno. Dagli anni ottanta a oggi Gioli espone i suoi lavori e proietta i suoi film in tutto il mondo. Nel 2003 Paris Experimental dedica un cahier al suo cinema e ai suoi scritti. Il ricco omaggio comprenderà la pubblicazione di un volume, a cura della Fondazione Centro Sperimentale di Cinematografia, su tutta l’attività cinematografica di Paolo Gioli.

Bande à part

Ogni film un universo a sé, à part.
Per scoprire e riscoprire autori che instancabilmente sperimentano, reinventano, giocano e combattono attraverso il cinema.
Un omaggio al piacere e allo stupore della scoperta e alla voglia di perdersi in immagini costruite o rubate.

 

 Nuove proposte video – Dopofestival – Premio “Attimo fuggente”

Cinque serate, around midnight, all’interno di Palazzo Gradari, con artisti che filmano il reale, altri che realizzano video grazie a forme non canoniche di produzione; network che si occupano di distribuzioni alternative e la mattina al Teatro Sperimentale produzioni di autori delle Marche con i lavori degli studenti dell’Accademia delle Belle Arti di Urbino, del LEMS (Laboratorio Musica Elettronica del Conservatorio G. Rossini di Pesaro) e il concorso “L’attimo fuggente” riservato agli studenti di tutte le scuole (dalle elementari all’università) della Regione Marche, chiamati a realizzare un cortometraggio della durata massima di 3 minuti.

Premio Amnesty 2009

Istituito nel 2007, il Premio Amnesty Italia – Cinema e Diritti Umani segnalerà anche quest’anno il film che meglio avrà saputo coniugare i molteplici temi relativi ai diritti umani. A sceglierlo (tra i titoli presentati nel Concorso, Bande à Part, Il cinema israeliano contemporaneo) sarà una giuria apposita composta da Riccardo Noury, Blas Roca Rey e Amanda Sandrelli.

Pesaro a Roma

All’interno della manifestazione “I grandi festival” nell’arena di Piazza Vittorio a Roma, per il sesto anno consecutivo in collaborazione con ANEC AGIS Lazio, si terrà “Pesaro a Roma” (1-4 luglio 2009) dove verrà presentata una selezione esaustiva delle varie sezioni del Festival insieme ad alcuni eventi speciali con i registi e gli attori dei film.

 

Anteprime pesaresi

 

Sabato 20 Giugno ore 21,45 – Piazza del Popolo

In collaborazione con la Casa Circondariale di Pesaro
proiezione speciale di “Tutta colpa di Giuda” di Davide Ferrario
Alla presenza dell’attore protagonista Fabio Troiano

21 giugno ore 21,45 – Piazza del Popolo

in collaborazione con il Comune di Pesaro – Assessorato alla Cultura
proiezione del cortometraggio “Il Veditore ambulante, con un occhio di riguardo” di
Giuseppe Saponara

riconoscimento del Comune di Pesaro e dell’Accademia Mondiale di Poesia.

A seguire

Orchestra Sinfonica “G. Rossini”
Formazione cameristica
Thriller in Piazza

Roberto Molinelli direttore

Musiche di Roberto Molinelli su proiezione del film “The Lodger” (1926) di Alfred Hitchcock.

22 giugno ore 23 – Palazzo Gradari

in collaborazione con il Fano Jazz by the sea 2009
concerto di

Fucili/Dominici/Gari trio

Filippo Fucili -chitarra
Jak Dominici -C. basso
Ananda Gari -batteria

Print Friendly

14 giugno 2009