La complessità del senso
24 09 2017

Tutto il bene del mondo

film_tuttoilbenedelmondo.jpgUn mundo menos peor

Alejandro Agresti, 2004

Monica Galan, Julieta Cardinali, Carlos Roffe, Ulises Dumont, Augustina Noya, Lidia Catalano, Mex Urtizberea.

 

Regista che piace ai festival (questo film è passato a Venezia 2004, sezione Orizzonti), l’argentino Agresti si mantiene omogeneo, sia nello stile che nella forma del contenuto. Il suo è un cinema di ricerca, poetico, che tesse con cura un filo interno tra privato e sociale, senza “manifestare” la tesi. La bravissima Galan è qui nel ruolo di una moglie che non vede il marito da 20 anni. Lo ha creduto morto e lo ritrova “nascosto”, insieme ai suoi segreti, in un paesino del Sud. Dramma e tenerezza.

 

Franco Pecori

Print Friendly

17 novembre 2004