La complessità del senso
17 12 2017

The Village

film_thevillage.jpgThe Village

Night Shyamalan, 2004.

Bryce Dallas Howard, William Hurt, Joaquin Phoenix, Adrien Brody, Brendan Gleeson, Sigourney Weaver.

 

Il regista indiano, autore de Il sesto senso e di Signs, continua a cercare suggestioni misteriose e a svolgere il tema, composito e complesso, della dimensione “altra”. Questa volta, la storia entra più da vicino nel merito della vita associata, focalizzandosi su di una situazione paradossale, all’interno di quello che ha tutta l’aria di essere un villaggio nella Pennsylvania di fine Ottocento. C’è un segreto, che non possiamo rivelare, tuttavia essenziale per la profondità del contenuto. Quel villaggio ci parla anche dell’oggi. «Salvare il villaggio», è la parola d’ordine che i pochi abitanti si sono dati per resistere alla “paura” proveniente dal bosco circostante. Il limitare di quel bosco è fissato anche come confine invalicabile, se non si vuole finire sotto le unghie delle feroci “creature innominabili” che là abitano. Ma il segreto non è solo questo. «Ci sono segreti in ogni angolo del villaggio», l’ignoto avvolge la vita dei protagonisti. Sembra venire da fuori ed è anche nell’animo di ciascuno. Il filo della morale è dipanato dalla creatura più indifesa, la giovane cieca Ivy (Bryce Dallas Howard), che trova dentro di sé la forza del disvelamento finale.

 

Franco Pecori

Print Friendly

29 ottobre 2004