La complessità del senso
20 09 2017

Palabras

film_palabras.jpgPalabras
Corso Salani, 2003
Paloma Calle, Corso Salani, Maria Jesus Casanova, Alessandro Mizzi, Minica Rametta, Susana Tello.

 

In Cile a caccia di cinema libero. Salani preferisce fare un film “povero”, pur di potersi esprimere fuori dai condizionamenti più forti di produzioni che esigono standard “internazionali”. E va fino alle Ande, per trovare le emozioni che ha dentro, trasferirle nella delicata psicologia di Adela (Calle) e restituirle allo spettatore sul filo di una sottile storia di amore nostalgico, sorpreso dal cineocchio come in un appassionato e discreto documentario. Adela, tornata da una missione ambientalista, racconta alle amiche. E’ andata con i suoi amici ad Antuco, un paesino di montagna, per opporsi alla costruzione di una diga. E si è innamorata del “nemico”, l’ingegnere italiano (Salani) che è lì per preparare il campo. Ha sentito cambiare la propria vita. Ed ora che tutto è finito, ora che è di nuovo a Santiago, racconta alle amiche quel suo sentimento. Parole, ma come evocare diversamente quell’esperienza? Salani adotta la poesia del flashback, alternando il racconto diretto di Adela con le immagini-documento del suo amore cileno, ottenendo un equilibrio apprezzabile, rispettoso della sincerità della protagonista.

 

Franco Pecori

Print Friendly

27 febbraio 2004