La complessità del senso
17 12 2017

Mary

film_mary.jpgMary

Abel Ferrara, 2005

Forest Whitaker, Juliette Binoche, Matthew Modine, Stefania Rocca.

Venezia 2005, Gran Premio Giuria.

 

Il terribile panorama mondiale, guerre e scontri sociali, travaso di povertà e ricchezze, migrazione di popoli, crolli di ideologie,confusioni di idee: è la farina di cui s’impasta Mary, strana storia di una Maddalena. La donna passa dal set televisivo, dove ha terminato il lavoro, a Gerusalemme, mentre l’anchorman di una trasmissione sente crescere in sé il bisogno di fede. Nebuloso, istintivo, il film di Ferrara nuota fra i Vangeli apocrifi trasmettendo l’ansia indistinta di una ricerca necessaria e “impossibile”. Premio Speciale della Giuria a Venezia.

 

Franco Pecori

Print Friendly

18 novembre 2005