La complessità del senso
21 09 2017

L’ignoto spazio profondo

film_lignotospazioprofondo.jpgThe Wild Blue Yonder

Werner Herzog, 2005

Brad Dourif

 

Herzog si affida alla sua fantasia sarcastica, mostrandoci il mondo visto da un alieno “narratore”, una specie di Beppe Grillo che racconta di essere tra di noi già da tempo. E confesssa: «Noi alieni siamo dei falliti», abbiamo tentato di costruire una società nuova, ma nessuno ha gradito. L’alieno (Dourif) ci avverte, con qualche credibilità scientifica e con molto umorismo, che con i nostri progetti spaziali non andremo lontano. Bella l’immaginazione dell’Ignoto Spazio Profondo, il pianeta di origine del “Grillo”.

 

Franco Pecori

Print Friendly

18 novembre 2005