La complessità del senso
23 11 2017

Le crociate

film_lecrociate.jpgKingdom of Heaven

Ridley Scott, 2005

Orlando Bloom, Eva Green, Liam Neeson, Jeremy Irons, Ghassan Massoud, Brendam Gleeson, David Thewlis.

 

Riabilitazione del Saladino? Diciamo che il vero titolo, l’originale, del film è Kingdom of Heaven, Regno del Cielo, titolo che suggerisce una dimensione più profonda che non il riesame spettacolare di un periodo storico; e che Scott, regista non solo de Il gladiatore ma anche de I duellanti e di Blade Runner, ambienta nella fase più oscura delle Crociate (siamo nel 1184, quasi 90 anni dalla chiamata di Urbano II alla Guerra Santa) la storia di un giovane in cerca di verità, che va a Gerusalemme per guardarsi dentro. Il giovane maniscalco Balian (Bloom),in un momento critico della sua vita, viene riconosciuto dal padre, cavaliere tornato da Gerusalemme a cercare altri crociati, e ne eredita la spada. In Terra Santa troverà un mondo di valori distorti, dove «uccidere un infedele è la via al Paradiso». Toccherà a lui la difesa disperata della città dai musulmani guidati dal Saladino (Massoud). E lo farà prefigurando uno spirito nuovo: «Non per le mura ma per il popolo». Questa “nobiltà” gli verrà riconosciuta dal vincitore, il “feroce” Saladino, civile e raffinato politico. Quanto allo “spettacolo”, le capacità del regista sono confermate in pieno.

 

Franco Pecori

Print Friendly

6 maggio 2005