La complessità del senso
17 12 2017

L’appartamento spagnolo

film_lappartamentospagnolo.jpgL’auberge espagnole

Cédric Klapisch, 2002

Romain Duris, Judith Godreche, Audrey Tautou, Cecile De France, Kelly Reilly, Xavier De Guillebon, Kevin Bishop, Federico D’Anna.

 

«Voglio fare lo scrittore», si diceva   sempre Xavier da bambino. Quest’impulso continua in lui, parigino, anche ora che ha 25 anni ed è all’ultimo anno di Economia. Il padre però gli ha preparato un posto alle Finanze e Xavier parte per Barcellona, cogliendo l’opportunità del Progetto Erasmus, dell’Unione Europea. Lascia piangendo la fidanzata Martine e prende il volo. Da questo momento, la vita di Xavier  si viene come riformulando. “Una volta il mondo era più semplice”, gli viene da dire al primo approccio con l’avventura. L’Erasmus mette a contatto gli studenti europei nelle diverse Università dell’UE. Lingue, usi, modi di pensare si rimescolano in una specie di “meccano” della civiltà, nella costruzione di un modello basato sull’ interconnessione non solo ideale, ma anche pratica. Il carattere sperimentale (e simpatico) dell’esperienza si tocca con mano nell’appartamento spagnolo, dove sette ragazzi mettono a punto il motore di una nuova vita. Xavier rischia di perdere la bussola   dei propri sentimenti, ma alla fine, quando il gruppo si scioglie, ritrova intatta la sua istanza poetica. Erasmus lo avrà aiutato anche a fuggire dal “ministero” di papà.

 

Franco Pecori

Print Friendly

21 gennaio 2003