La complessità del senso
23 11 2017

Kiss kiss bang bang

film_kisskissbangbang_us.jpgKiss Kiss Bang Bang

Shane Black, 2005

Robert Downey Jr., Val Kilmer, Michelle Monoghan, Corbin Bernsen.

 

Harry e Los Angeles, mai niente di più diverso: una città impietosa,cattiva, e un uomo tenero, ottimista quanto sfortunato. Shane Black, già sceneggiatore di Arma letale, passa alla regìa con la stessa mentalità innovatrice: azione e commedia, noir, mystery, thriller, sesso e disperazione, tutto in un cocktail brillante, da cui sprizzano intelligenza e sensibilità nel manipolare i generi, “denunciando” l’operazione proprio mentre si crea il prodotto. La vicenda di Harry è appassionante, da piccolo ladro a finto detective, con sofferenza anche fisica e amore. Difficile misurare la distanza tra vita e arte, tra realtà e finzione. Strane storie “nere” di padre e figlie si mescolano ai “miseri” destini di un ladro inseguito dalla polizia. Lui, Harry, per salvarsi, attinge alle sue innate doti di attore. Entra nel giro dei party hollywoodiani e tra le attricette ritrova Harmony (Monoghan), con la quale giocò all’illusionista, da bambino. Deve fingersi detective in un poliziesco. Un detective gay (Kilmer) lo prepara al provino, ma Harmony avrà sul serio bisogno di aiuto. E si passa alle pistole vere, ai cadaveri, agli inseguimenti, senza smettere il dialogo diretto (e spiritoso) con lo spettatore.

 

Franco Pecori

Print Friendly

2 dicembre 2005