La complessità del senso
22 11 2017

Il volo della Fenice

film_ilvolodellafenice.jpgThe Flight of the Phoenix

John Moore, 2005

Dennis Quaid, Giovanni Ribisi, Tyrese Gibson, Miranda Otto, Hugh Laurie.

 

Mongolia. La Tan Sag Basin, base per un pozzo petrolifero, deve essere evacuata. Il pozzo non funzionerà. Il pilota Frank Towns (Quaid) e il copilota AJ (Gibson) arrivano con un cargo per sbaraccare il tutto. Ma ci sarà da sorvolare il deserto del Gobi. Il cargo precipita per una tempesta di sabbia e si crea la tipica situazione di un gruppo di persone isolate dal mondo, senza speranza. Con i due piloti c’è lo staff del campo, riluttante sin dall’inizio a eseguire gli ordini. E c’è anche uno strano personaggio, Elliott (Ribisi), che si rivelerà prezioso. Cast imponente per una variante del microcosmo catastrofico. Il fascino-incubo del deserto è reso adeguatamente, la suspence dell’avventura regge fino alla fine, a patto che non si pretendano grosse novità di genere. Incuriosisce l'”ingegno” di Elliott, il “tecnico” dalla personalità misteriosa in cui nessuno confida e che si applica per tirare fuori il gruppo dalla terribile situazione. Peccato che il titolo stesso del film prefiguri il buon esito dell’avventura: sul fatto che l'”aereo” di fortuna, costruito mettendo insieme un’ala e un motore del cargo andato distrutto, riesca ad alzarsi in volo, nessun dubbio.

Franco Pecori

Print Friendly

29 aprile 2005