La complessità del senso
17 12 2017

Il ritorno del Monnezza

film_ilritornodelmonnezza.jpgIl ritorno del Monnezza

Carlo Vanzina, 2005

Claudio Amendola, Elisabetta Rocchetti,Enzo Salvi, Kaspar Capparoni, Gabriella Labate, Gianni Parisi, Paolo Triestino, Alessandro Di Carlo, Roberto Brunetti, Mariano D’Angelo, Andrea Perroni.

 

Sfruttamento cinese del lavoro minorile, traffico di droga con implicazioni altolocate. Aggiornato su temi attuali e stilisticamente scorretto quanto basta (kung-fu invece della semplice scazzottata, parolaccia romanesca pronunciata chiedendo sempre il permesso), il Monnezza rinuncia allo shoc “brutale” e si adatta ad una raccolta differenziata, utile alla comunità. In testa, la dedica a Bruno Corbucci e Mario Amendola, «inventori del mitico personaggio di Nico Giraldi». Lo sbirro pop degli anni ’70-80 (Tomas Milian) ha avuto un figlio, Rocky. E il figlio (Claudio Amendola) continua le gesta del padre, secondo un programma culturale, che Enrico Vanzina, sceneggiatore fratello del regista, enuncia come il giusto «riappropriarsi del nostro immaginario comico nazionale». Per il culto degli amatori, il film è gremito di rimandi ai precedenti trionfi. Monnezza/Amendola “appoggia” un po’ la recitazione, ma forse è il segno di una diversa consapevolezza verso la materia, che ora è di studio.

Franco Pecori

Print Friendly

15 aprile 2008