La complessità del senso
18 11 2017

Just Friends – Solo amici

film_justfriends.jpgJust Friends
Roger Kumble, 2008
Ryan  Reynolds, Amy  Smart, Anna  Faris, Chris  Klein, Chris  Marquette, Giacomo  Beltrami, Fred  Ewanuick, Amy  Matysio, Julie  Hagerty, Wendy  Anderson, Barry  Flatman, Devyn  Burant, Jaden  Ryan.

Una trovata e molte smorfie. Nel New Jersey c’è un ragazzo ciccione simpatico, innamorato perdutamente di Jamie (Smart). Chris (Reynolds) non può avere speranza, lo capiscono tutti tranne lui. La ragazza, però, accetta la formula ambigua “solo amici”. È nella regola, usano farlo anche le altre ragazze per rispondere, un po’ per gentilezza e un po’ per opportunismo, a richieste che non gradiscono. Chris viene praticamente espulso dal gruppo. Va via e, misteriosamente, riappare dopo dieci anni. Nessuno lo riconosce, magro normale e “bello” com’è. Si porta dietro una certa Samantha, aspirante cantante svampita. Gli tocca farlo perché il suo boss solo così può vedere in lui un grande futuro da produttore musicale. Ma ci vorrà poco perché i vecchi amici, dopo un primo momento di smarrimento, riconoscano Chris e lo riaccolgano tra di loro. La più entusiasta è Jamie, ancora libera e disponibile. Sulla carta, un’idea passabile. I ciccioni esistono e hanno diritto all’amore, tanto più se sono di buon carattere. Tuttavia, la trasformazione presenta qualche difficoltà, sembra cogliere di sopresa lo stesso Reynolds (Matrimonio impossibile, Un segreto tra di noi, Certamente, forse), il quale, dopo una prima scarica di smorfie, resta come prigioniero di una maschera che non riesce a sentire sua. E così, attenuatosi man mano lo sbigottimento, la recita si fa “ipotetica”, del tipo: io ero lo sceriffo e tu eri l’indiano. Avrebbe potuto essere più divertente.

Franco Pecori

Print Friendly

8 maggio 2009