La complessità del senso
24 09 2017

I colori dell’anima – Modigliani

film_icoloridellanimamodigliani.jpgUntitled Modigliani Project
Mick Davis, 2004
Andy Garcia, Elsa Zylberstein, Omid Djalili, Hippolyte Girardot, Udo Kier.

Ci sono tutti al Café Rotonde: Picasso, Utrillo, Soutine, Cocteau, Rivera, Stein, Modigliani. Pittori tirati giù dalla Storia dell’arte. Ma di arte, di che cosa fosse l’arte a Montparnasse nel 1919, nemmeno una parola. Molto ambiente, invece: la vita sregolata, l’odio mitologico tra “lo spagnolo” Pablo e “l’italiano” Modì. E soprattuto l’amore immenso e maledetto dell’ebreo Modigliani per la cattolica Jean Hebuterne. Forti sentimenti, pazzie, ubriacature, disperazioni, incomprensioni. Bravo Garcia, anche se, alla lunga, prevedibile.

 

Franco Pecori

Print Friendly

13 maggio 2005