La complessità del senso
18 11 2017

L’amore ritrovato

film_lamoreritrovato.jpgL’amore ritrovato

Carlo Mazzacurati, 2004

Stefano Accorsi, Maya Sansa, Marco Messeri, Luisanna Pandolfi, Vania Rotondi, Giacomo La Rosa, Anne Canovas, Marie Christine Descouard, Claude Lemaire.

 

Regista sensibile ai sentimenti “senza tempo”, com’egli stesso li chiama, Mazzacurati prosegue nel suo stile accurato e attento all’animo dei personaggi. Il contesto non è trascurato, l’ambientazione è giusta, ma ciò che conta veramente è l’interiorità delle persone. Qui siamo in Toscana durante il fascismo. La storia è presa dal romanzo di Carlo Cassola, “Una relazione”. I protagonisti sono Giovanni (Accorsi) e Maria (Sansa), un uomo e una donna diversi per provenienza sociale. Giovanni è impiegato in banca. Sposato, ha un figlio che deve compiere un anno. Maria è una ragazza dalla cattiva reputazione. Fa la manicure. I due si sono incontrati alcuni anni prima. Si ritrovano per caso. Il treno, che li porta al lavoro tutte le mattine è il veicolo del loro sentimento ritrovato. Il film ha un andamento come di “secondo grado”: sembra di vederlo con gli occhi di qualcun altro che, seduto in poltrona, ricordi l’esperienza passata. A tratti struggente, non tocca, però, punte di autentica commozione.

Franco Pecori

Print Friendly

17 settembre 2004