La complessità del senso
21 09 2017

Chiedi alla polvere

Ask the dusk
Robert Towne, 2006
Fotografia Caleb Deschanel
Colin Farrell, Salma Hayek, Donald Sutherland, Dame Eileen Atkins, Idina  Menzel, Justin Kirk.

Un’altra “missione impossibile”. Tom Cruise l’affronta da produttore. Sullo schermo, Farrell veste i panni di Arturo Bandini, protagonista del romanzo di John Fante (1939), lo scrittore che sedusse Charles Bukowski col suo stile “maledetto”. Towne, il regista, viene da Chinatown, ha le carte per dare al film quel tono “vissuto”, diaristico e misterioso, necessario a portarci nella Los Angeles della Depressione, vicina al deserto, abitata da fantasmi disperati e sognatori di felicità provenienti da tutto il mondo. “Il loro posto al sole non era che un pugno di polvere”. Così Bandini, scrittore sbarcato dalla povera Italia, vide la gente di quel deserto. Sognava una bionda da incontrare e incontrò una cameriera messicana, analfabeta, disperata più di lui. Si insultarono fino ad amarsi. Una parte per cui Hayek sembrava nata. Immersi nel romanticismo più evoluto (Beat Generation a venire), Arturo e Camilla sono la faccia “polverosa” della luna americana. Missione impossibile? Gli attori sono bravi, il film ha un sapore “antico”, indice di nostalgia. Ma il senso gli viene soprattutto dalla voce fuori campo di Bandini, che cita il suo libro.

Franco Pecori

Print Friendly

28 aprile 2006