La complessità del senso
22 11 2017

Giffoni, Tema: la felicità


Dal 14 al 24 luglio ritorna la rassegna cinematografica per giovani più famosa al mondo, con rinnovato entusiasmo e con tantissime attività. Una quarantaduesima edizione ricca di ospiti internazionali e italiani, anteprime in esclusiva e tantissimi film in concorso, animata da migliaia di ragazzi, da sempre il vero cuore pulsante del Festival, che trasformeranno il paese di Giffoni Valle Piana in una festa all’insegna del sano divertimento e della gioia di vivere. Undici giorni di cinema, arte, cultura e tanta musica grazie alla collaborazione del Neapolis Rock Festival che coinvolgeranno non meno di 180mila persone, 30mila in più rispetto al 2011.

IL TEMA
La FELICITÀ è il tema che farà da filo conduttore all’edizione di quest’anno. Un motivo che, in un periodo di crisi generale per il nostro Paese e per il mondo intero, il Giffoni Film Festival ha voluto suggerire proprio per guardare al futuro con ottimismo, schierandosi apertamente dalla parte di chi vuole incoraggiare e non demoralizzare i giovani. Un invito a cercare un bagliore di luce in questi tempi bui, perché la felicità può e deve essere una meta raggiungibile.
”Mai come in questo momento – dichiara il fondatore e managing director, Claudio Gubitosi – Giffoni sente il dovere di non tagliare, quanto piuttosto di modificare, di evolversi. Oggi ancor di più riecheggiano le parole dette trent’anni fa da François Truffaut quando definì il Festival come ‘il più necessario’. Giffoni conta di rivestire l’importante ruolo di ammortizzatore sociale della cultura e i numeri delle tante attività aperte, gratuite a tutti lo dimostrano senza glamour e con tanta sobrietà. Il tema che segna questa edizione, la felicità, mai poteva essere più appropriato. E sarà proprio la felicità ad esplodere nel tempo della crisi. Un festival che si propagherà ovunque: nelle piazze, nelle strade, nelle case della gente, nei cortili e che si diffonderà in ogni angolo del mondo, per una condivisione mai raggiunta fino ad ora. Un meccanismo propulsore di energie positive, una forte empatia con il territorio che non si limiterà alle attività dentro l’area della Cittadella del Cinema ma coinvolgerà tutti i luoghi della città e porterà il Festival a contatto con le realtà circostanti. Condiviso. Da un anno migliaia di ragazzi hanno costruito con noi il programma scegliendo, proponendo, suggerendo. Abbiamo costruito insieme a loro alcuni pezzi importanti di questo progetto cercando sempre di trovare punti di raccordo con questa splendida generazione. Ce l’abbiamo fatta e siamo felici che i nostri giovani da ogni parte del mondo saranno a Giffoni per il ‘loro’ evento”.
“Saremo sempre vicini al Giffoni Experience. Viva Giffoni e viva il nostro Festival”. A dirlo questa mattina l’Assessore regionale alla Cultura, Caterina Miraglia nel corso della conferenza stampa di presentazione della 42esima edizione del GFF che si è tenuta al Pan di Napoli. “Mi ritrovo pienamente  – aggiunge l’assessore –  in quello che è il tema di quest’anno del GFF. La mia felicità si fonde con la felicità di Giffoni. Il direttore artistico, Claudio Gubitosi è un uomo straordinario di grandi valori e lo testimoniano i tanti sponsor e le tante istituzioni che supportano questo evento”.

 

LE GIURIE
Sono 3.300 i bambini, ragazzi e giovani che giungono da ogni angolo del Globo per vivere l’indimenticabile esperienza del GFF. Un’occasione per stare insieme, per conoscersi, per incontrarsi e confrontarsi in nome della passione per l’arte, la cultura e il cinema. Essere giurato significa avere la responsabilità di discutere, scegliere e votare il film che più degli altri ha saputo suscitare emozioni in sala. Essere giurato è vivere un’esperienza irripetibile che segna il proprio cammino di crescita e lascia una traccia indelebile nella propria memoria. È questo il motivo per cui ogni anno decine di migliaia di teenager e di famiglie inondano di richieste il GIFFONI EXPERIENCE per ottenere un posto in quelle sale dove la magia si ripete. Anno dopo anno. La giuria più necessaria per il più necessario dei festival. Oltre 54 nazioni rappresentate e 160 città italiane che daranno vita ad un vero melting pot di esperienze e colori. Tre le new entry di quest’anno per quanto riguarda i giurati provenienti dall’estero: Cina, Venezuela e Argentina. Giffoni è un’esperienza condivisa 365 giorni l’anno in un rapporto continuo e duraturo con i propri fan e i propri giurati. Sono loro inoltre che hanno scelto, grazie ai sondaggi sui social network, alcuni dei protagonisti di questa edizione, mettendoli in prima linea nella gestione di una manifestazione che resta unica: il Festival del cinema per ragazzi creato dai ragazzi.

 

SEZIONI E FILM
Negli undici giorni del Festival, i giovani giurati visioneranno e giudicheranno pellicole di grande impatto emotivo. Le sezioni competitive sono: Elements +3 (3-5 anni), Elements +6 (6-9 anni), Elements +10 (10-12 anni), Generator +13 (13-15 anni), Generator +16 (16-17 anni), Generator +18 (dai 18 anni in su). Le sezioni non competitive sono: Reload/Parental Control (alcuni tra i migliori film già distribuiti in Italia. Tutti certificati Giffoni!), Short is Happy (8 cortometraggi animati per raccontare tutti gli aspetti della felicità) e Amnesty in shorts.

 

ELEMENTS +3 – 27 cortometraggi animati provenienti da 15 nazioni. Storie divertenti ma anche capaci di aiutare i bambini più piccoli ad affrontare paure e incertezze: la caduta dei denti da latte, perdersi nella folla ad un concerto, non ricevere un dono tanto atteso (ERNESTO, THE MISSING MEATBALL, ASTON’S PRESENTS) e cominciare a dialogare con loro su temi fondamentali come la difesa del nostro ambiente naturale (ESKIMAL, ENEBO).
ELEMENTS +6 (lungometraggi) – Grandi avventure e viaggi alla ricerca di un amico, di un tesoro, della felicità di uno spettacolo mai visto (ZARAFA, WICKIE AND THE TREASURE OF THE GODS, WATCH INDIAN CIRCUS). Ma anche la storia intima e struggente di una bambina che per sostenere il peso dell’assenza del padre, un medico disperso in guerra, cerca di escogitare un sistema per ingannare la sorte (TAKING CHANCES). E infine il ritorno nel mondo fantastico con MAGIC SILVER 2 (con i giovani gnomi che devono salvare le loro case dallo scioglimento dei ghiacci) e ALFIE THE LITTLE WEREWOLF, con un tenerissimo licantropo albino cresciuto in una famiglia di genitori “quasi” normali.
ELEMENTS +10 (lungometraggi) – Nei film della sezione, vari i temi e i generi: mystery della migliore tradizione europea (VICTOR AND THE SECRET OF CROCODILE MANSION, Germania), animazione all’insegna della poesia e ricerca del senso della vita (LE TABLEAU, Francia), il delicato e doloroso rapporto tra padre e figlio quando la madre è assente (KAUWBOY, Olanda e THE BIRD CHASE, Danimarca), la necessità, in un mondo che cambia, di ritornare a valori e a una dimensione di vita che ci riporta ad un felice passato (COMING HOME, Norvegia). E, infine, storia del nostro tempo e delle migrazioni dolorose che coinvolgono anche i più giovani nell’olandese STAY! e nell’italiano IL SOLE DENTRO. Quest’ultimo segna il grande ritorno del cinema nazionale in una sezione da cui l’Italia mancava da tempo.
GENERATOR +13 (lungometraggi) – Libertà e dolore. Due parole che si scontrano, che si cercano talvolta, che diventano i due poli magnetici che danno vita alla selezione di GENERATOR +13 di quest’anno.
Una selezione di sette film che vede protagonista il Sud Africa con due opere in concorso. Una è LUCKY: storia di un ragazzino che resta orfano nel suo piccolo villaggio, in balia del dolore per la perdita improvvisa della madre e della “prigionia” di un suo zio della città che di tutto si occupa tranne che del suo benessere. Sarà l’amicizia – che si costruisce faticosamente – con un’anziana donna indiana a dargli la libertà e una nuova chance nella vita. Sempre dal Sud Africa è OTELO BURNING e qui la libertà (dall’apartheid e dalle misere condizioni economiche) sembra essere la meta a cui aspirano i giovani protagonisti grazie al surf. Uno sport che li metterà in contatto con un mondo nuovo, pieno di stimoli e di orizzonti prima sconosciuti, ma anche di fronte a un dolore puro e che li segnerà per sempre. Se si parla di sofferenza non si può non pensare ad altre due delle pellicole in concorso. L’inglese NOW IS GOOD con una straordinaria Dakota Fanning (che ormai si è scrollata di dosso i panni dell’enfant prodige di Hollywood dimostrando una maturità recitativa impressionante) che lotta contro il male che la sta uccidendo approntando una lista di tutto ciò che deve fare prima di morire. Una ricerca rabbiosa di libertà e amore che non può non avere che un triste epilogo. L’altro è l’olandese COOL KIDS DON’T CRY che ci ripropone la leucemia come demone oscuro che divora la vita di una ragazzina piena di vita, leader indiscussa della sua squadra di calcio e della classe dove studia. La sua è una battaglia giocata a colpi di speranza e di solidarietà dei compagni di scuola. Libertà cercata e libertà negata sono gli epicentri narrativi rispettivamente del canadese FRISSONS DES COLLINES e dello svizzero (campione d’incassi nel proprio Paese) THE FOSTER BOY. FRISSONS DES COLLINES ci presenta la storia di un dodicenne che insegue un desiderio: vedere Jim Hendrix al concerto di Woodstock, nonostante il lutto per l’improvvisa morte dell’amato padre sembra dovergli negare per sempre questa possibilità. Figli senza genitori, figli abbandonati, figli privati dell’amore familiare in THE FOSTER BOY, dove Max e Berteli sono costretti a vivere un’esistenza di schiavitù e di vessazioni in una “famiglia adottiva” tutt’altro che amorevole. Nel caso dell’olandese MILO lo stesso genitore naturale (il padre) ha problemi nell’accettare suo figlio, vittima di una rara malattia genetica che gli “trasforma” il volto per un eccesso di crescita di peli e al dolore del ragazzino per quello che lo rende diverso dagli altri si somma anche la perdita della sua libertà personale, una volta che viene “rapito” da una donna e dal suo uomo. Dolore e libertà: le due parole chiave di questa selezione 2012.
GENERATOR +16 (lungometraggi) – Un viaggio nel mondo dell’adolescenza, alla scoperta dei sentimenti, delle passioni, delle aspirazioni, dei sogni. Un viaggio senza meta alla ricerca dell’identità di una generazione. Ecco in sintesi il viaggio cinematografico proposto nella sezione Generator +16. UNKY DORY (USA) è una ricostruzione melanconica, sognante eppure molto vivida e credibile degli anni settanta, una giovane docente (interpretata da una ottima Minnie Driver) decide di coinvolgere gli studenti in una rivisitazione in chiave musicale de La Tempesta di Shakespeare.  I numeri musicali del film (c’è anche la musica di David Bowie dalla quale è preso proprio il titolo del film) sono di eccezionale qualità e molto originali. In questo periodo il cinema sembra essere innamorato delle storie incentrate sui ragazzi del liceo e sul talento musicale, e questo film offre una vera alternativa, poetica e intensa, davvero molto interessante. NIGHT OF SILENCE (Turchia) Una stanza, due personaggi, un regista assolutamente geniale dietro la macchina da presa. È la prima notte di nozze di una improbabile e sconvolgente coppia. Un matrimonio combinato tra una spaurita tredicenne e un anziano criminale incallito. Queste le premesse che possono sembrare inquietanti  e invece aprono la strada ad una storia incredibilmente dolce, buffa e triste, comica, malinconica e sorprendente. Il film è interamente costruito su due volti e tra quattro pareti eppure il ritmo è incredibilmente  vivo e brioso, mai noioso, mai banale. BROKEN (UK): la protagonista è una ragazzina soprannominata Skunk, ha il diabete di tipo 1 e vive con il suo adorato padre (un Tim Roth in forma strepitosa) nella grigia periferia della provincia inglese. Seguendo Skunk e suo fratello scopriamo che l’isolato quartiere in cui prende vita l’intera vicenda somiglia molto ad un microcosmo, e che i destini delle tre famiglie che lo popolano sono profondamente legati. Broken, attraverso lo sguardo della giovane protagonista, ci mostra le assurdità del mondo degli adulti. Rivela i connotati di una realtà in cui amore e orrore convivono costantemente, in cui felicità e dolore si sostituiscono con sorprendente rapidità. 170 HZ (Olanda): la bella e raffinata Evy e il ruvido romantico Nick sono sordomuti, follemente innamorati e pronti a tutto pur di stare insieme. Come nella migliore tradizione, i loro genitori non approvano questo sconsiderato, stravagante amore, e i due decidono di fuggire insieme. Preparano il loro nido d’amore trovando casa in un ex sottomarino russo abbandonato in riva al mare. Nelle profondità silenziose di questa inusuale abitazione i due innamorati progettano di avere un figlio, dimenticano il passato, vivono un mondo che è solo loro. Felicemente si lasciano avvolgere, ingoiare, da questa immaginazione condivisa. Ma le metalliche pareti del sottomarino non sono sufficienti a tenere fuori il mondo reale a lungo. NORMAN: i film che raccontano  il passaggio dall’adolescenza all’età adulta sono tantissimi, e molto spesso finiscono con l’assomigliarsi e col ripetersi. Norman rappresenta una stravagante e inusuale variazione, in questo senso. Il protagonista è un giovane nerd, alienato e stravagante, che pur avendo un cuore gentile, si ritrova protagonista di una sgradevole messinscena.  Norman finge di avere il cancro per ricavarsi uno spazio soddisfacente nella vita sociale della scuola, e soprattutto per ottenere le attenzioni di una ragazza di cui si è invaghito. Il film colpisce perché prende costantemente direzioni imprevedibili e spesso sconcertanti.
GENERATOR + 18 (lungometraggi) – Il CONFRONTO è la parola chiave che caratterizza la selezione dei film per la sezione Generator +18, parola che è nella stessa genesi di questa sezione composta da ragazzi poco più che adolescenti e da adulti. Il confronto avviene tra due fratelli nel film marocchino HORSES OF GOD dove Hamid e Yassine approcciano in maniera diversa la miseria e la disperazione di un piccolo villaggio del Marocco. Le loro strade sembrano convergere quando abbracciano entrambi la fede islamica radicale, ma dietro questo comune indirizzo esistenziale si cela ancora la diversità individuale: uno è pronto al martirio religioso, mentre l’altro comincia  a nutrire dubbi e insicurezze. In GOATS (USA) il quindicenne Ellis è pronto a lasciare la sua lussuosa villa a Tucson per confrontarsi con il “Mondo” esterno, dove non c’è più la protezione materna e dove sarà costretto a fronteggiare la difficile e bizzarra situazione familiare in cui si viene a trovare: da una parte una madre (Vera Farmiga) new age e emotivamente stralunata, dall’altra il padre che li ha lasciati anni prima più interessato alle sue cose che alla vita del figlio. In mezzo Goat Man (il guardiano delle capre) interpretato da un ispirato David Duchovny che pur nella sua surreale condotta di vita è sempre stata l’unica figura paterna per Ellis. Nel film BARBIE (vincitore della sezione*), del coreano Lee Sang-Woo, la piccola Soon-yeong si occupa da sola della casa e della famiglia composta da un padre con disturbi mentali, dalla sorellina Song-Ja e da uno zio senza scrupoli che non pensa ad altro che ai soldi. Nella loro vita entra un uomo occidentale in viaggio in Corea con sua figlia coetanea di Soon-yeong. Le due bambine creano un legame istintivo che non necessita di parole, mentre gli adulti contrattano per uno scambio: Song-Ja sarà data in affidamento alla famiglia dell’uomo americano in cambio di soldi perché possa vivere una vita felice. Quella che sembra una semplice adozione illegale ha però dei contorni molto più drammatici. Altro film della selezione è IMPLOSION (Germania/Spagna) dove ci si confronta con la dura realtà degli sbarchi dei clandestini e della malavita che li gestisce. Il 17enne Thomas mentre trascorre le sue vacanze estive in Spagna con suo padre Niels assiste ad un drammatico sbarco di clandestini dalle coste libiche. Thomas conosce e si prende cura di Djamile, una ragazza 20enne riuscita a salvarsi dal naufragio. Però ben presto lei viene scoperta dalla mala con cui ha concluso un contratto ed è quindi  costretta a prostituirsi per pagarsi la sua libertà. Thomas giungerà a mettersi contro il padre pur di salvare Djamile. Un film sul confronto con se stessi e con i propri sensi di colpa è FREEWAY, film francese del regista Christophe Sahr. Alex è un ragazzo di vent’anni con una grande passione per le auto veloci: una notte però correndo in autostrada ammazza un ragazzo ma scappa via. Cominciano da questo punto in poi per Alex una serie di sensi di colpa che lo porteranno a litigare con la compagna Rachel (con la quale ha un figlio di due anni), a provare a ricucire un rapporto con la propria famiglia e a cercare la madre del ragazzo che ha ucciso. Un percorso che solo alla fine mostrerà ad Alex uno spiraglio di luce. Il confronto con la propria identità sessuale è invece alla base del film UNCONDITIONAL (UK), storia di due gemelli sedicenni, Kristen e Owen, che vivono una vita non facile alle prese con la mamma disabile. Entra nella loro vita Liam, ventenne affascinante e di cui si invaghisce Kristen. Liam però prova una passione insana per Owen col quale inizia una relazione che però ha una sola condizione: Owen dovrà sempre travestirsi e comportarsi da donna. Il confronto tra due momenti differenti della propria vita, che si alternano in continui flashback, è alla base del film che chiude la selezione di +18: l’americano ELLIOT LOVES del regista Terracino. In questa commedia conosciamo dapprima l’Elliot undicenne alle prese con il rapporto con sua madre e con il sogno di vincere un quiz televisivo, e successivamente l’Elliot 21enne nella sua continua, sfortunata, ricerca dell’amore a New York.

 

AWARDS: I FRATELLI SCUOTTO FIRMANO PER IL SECONDO ANNO I PREMI DEL GFF 2012
Opere d’arte, pezzi unici ed esclusivi della grande tradizione della ceramica napoletana, realizzate da Salvatore ed Emanuele Scuotto (La Scarabattola), con le quali si premiano gli ospiti, i film in concorso e le star internazionali. Tre le creazioni degli artisti napoletani: GFF AWARD, GRYPHON AWARD e il prestigioso PREMIO TRUFFAUT.

 

PREMIERE E ANTEPRIME
Anche quest’anno Giffoni offre ai propri giurati e al pubblico tante anteprime di qualità e anticipazioni su titoli che arriveranno nelle sale italiane con l’inizio della stagione cinematografica autunnale. Il giorno 15 alla Sala Truffaut, MADAGASCAR 3 – RICERCATI IN EUROPA, la terza esilarante avventura degli amici Marty, Gloria, Alex e Melman che, di ritorno dall’Africa, giunti sulle coste francesi, cercano di sfuggire dalle grinfie del cattivissimo Capitan DuBois, che vuole arrestarli. Si uniranno ad un circo ambulante e proveranno in ogni modo a tornare a New York. Prodotto dalla DreamWorks Animation e distribuito in Italia dalla Universal Pictures International Italy, il film sarà nelle sale dal 22 Agosto 2012. Mercoledì 18 Luglio arriva STRUCK BY LIGHTNING, opera che segna il debutto cinematografico di uno dei protagonisti della serie-tv di successo Glee, Chris Colfer, qui, per la prima volta, anche nelle vesti di autore e produttore. Un ragazzo perde la vita dopo essere stato colpito da un fulmine. Attraverso l’uso del flashback, il giovane racconta come ha ricattato i suoi compagni di classe per fornire dei contributi per la sua rivista di letteratura. Con UN MOSTRO A PARIGI, primo debutto italiano e campione di incassi in Francia, prodotto dall’EuropaCorp di Luc Besson e diretto da Bibo Bergeron, sarà proiettato in anteprima il giorno 19 Luglio, gli spettatori vengono catapultati nella Parigi del 1910 dove due amici, dopo un incidente in laboratorio, danno vita, senza volerlo, ad una mostruosa creatura, che altro non è che una pulce ingigantita. Innocua e con spiccate qualità artistiche, la creatura viene perseguitata da uno spietato e perfido capo della polizia che si rivela essere il vero cattivo della vicenda. Il film, campione di incassi in Francia, uscirà in Italia il prossimo 9 novembre con un cast di voci d’eccezione: Arisa, Raf, la coppia Enrico Brignano ed Enzo Decaro, Maurizio Mattioli e Simona Borioni. Sempre il 19 luglio DIARIO DI UNA SCHIAPPA 3 – VITA DA CANI, terzo capitolo della saga tratta dalla serie di libri dello scrittore statunitense Jeff Kinney. Venerdì 20 è il turno di Miley Cyrus e Demi Moore, protagoniste del film distribuito dalla Moviemax, LOL – PAZZA DEL MIO MIGLIORE AMICO, lungometraggio incentrato sulle vicende familiari di Anne, madre single alla ricerca di emozioni che le ricordano la sua gioventù e sua figlia, Lola, adolescente ribelle che sogna di diventare presto adulta per ottenere l’indipendenza. Grande attesa anche per l’anteprima mondiale di ALL YOU CAN DREAM, in Sala Truffaut il giorno 23 Luglio. Diretta e sceneggiata da Valerio Zanoli, vede l’esordio sul grande schermo della stella della musica soul Anastacia, qui nel ruolo di se stessa. La cantante, è l’idolo di Suzie, una giovane ragazza con qualche chilo di troppo che, per via del suo peso, viene spesso derisa e rifiutata. Un giorno, ispirata dalla sua cantante preferita decide di partecipare ad un talent show per provare a diventare una cantante. Chiude la rassegna delle anteprime, il giorno 22 Luglio, il film distribuito dalla Fox, L’ERA GLACIALE 4 – CONTINENTI ALLA DERIVA, in sala dal 27 Agosto 2012. Il simpatico scoiattolo Scrat è alla ricerca dell’agognata ghianda, ma inavvertitamente crea una catastrofe di proporzioni mondiali che costringe Sid, Manny e Diego a separarsi dal resto del branco. Utilizzano un iceberg adattato a nave per far ritorno a casa, ma il loro viaggio è minacciato da una nave di cattivissimi pirati. Tra i teaser in programma,  SAMMY 2 (17 luglio), del regista Ben Stassen, seguito de Le avventure di Sammy, presentato a Giffoni nel 2010. Prodotto dalla Eagle Pictures, il film ha come protagonista la simpatica tartaruga marina Sammy che trascorre le giornate cercando di educare suo figlio Ricky. Tutto si complica quando Sammy viene catturato da alcuni bracconieri e trasportato in un grande acquario di Dubai dove gli animali vengono trasformati in attrazione turistica. Con l’aiuto di un pesce di nome Jimbo, l’aragosta Lulu e la polipetta Annabel, Sammy organizza la fuga che gli permetterà di ritornare ad abbracciare il suo piccolo.

 

SPECIAL EVENTS
Proiezioni speciali arricchiranno ancora di più il programma di questa quarantaduesima edizione. Si parte il 14 luglio con la MARATONA TIM BURTON: nella Sala Lumière a partire dalle ore 14 verranno proiettate sette pellicole del regista statunitense, maestro del cinema dark: PEE WEE’S BIG ADVENTURE, LA SPOSA CADAVERE, EDWARD MANI DI FORBICE, ED WOOD, IL MISTERO DI SLEEPY HOLLOW, BIG FISH – LE STORIE DI UNA VITA INCREDIBILE e DARK SHADOWS, l’ultimo lungometraggio di Burton, di recente uscito nelle sale italiane. A partire dal 15 Luglio poi, una rassegna dal titolo François Truffaut con una rassegna dal titolo OMAGGIO A FRANÇOIS TRUFFAUT A 30 ANNI DALLA SUA PRESENZA A GIFFONI. Quattro serate dedicate all’artista che durante la sua visita nel 1982, definì “Giffoni: il più necessario”. Si comincia alle 21.30 nella Sala Lumière con il documentario LE SPECTACLE INTÉRIEUR di Vittorio Giacci (ex direttore degli Studios di Cinecittà, e attualmente presidente dell’Accademia del Cinema e della Televisione di Cinecittà, l’ACT-Multimedia). La pellicola non si concentra esclusivamente sull’attività da regista di Truffaut, ma prova a ripercorrerne la vita, partendo dall’infanzia. L’omaggio a Truffuat proseguirà i 3 giorni successivi con le proiezioni dei film: IL RAGAZZO SELVAGGIO, I 400 COLPI e GLI ANNI IN TASCA. Giurati e pubblico avranno inoltre la possibilità di assistere alla proiezione della prima web series prodotta dal Giffoni Film Festival, SHE DIED, scritta e diretta da Luca Apolito e Manlio Castagna, rispettivamente direttore della produzione del GFF e vice direttore artistico. Di genere black fantasy, SHE DIED si rifà alle atmosfere del mondo fumettistico dello scrittore Neil Gaiman e allo spirito grottesco-romantico di Tim Burton. La storia racconta le avventure surreali di una coppia di giovani ventenni: Davide e Anastasia alle prese con la bizzarra e spaventosa linea di confine tra la vita e la morte, laddove forse solo l’amore può essere la chiave. Il 15 luglio saranno proiettati i primi 6 episodi della stagione 1 nella Sala Sordi. Il 21 luglio a Giffoni sarà proiettato il docufilm di Daniela Robecchi BODY SHOPPING – APPENA HO 18 ANNI MI RIFACCIO tratto dall’omonimo libro della giornalista Cristina Sivieri Tagliabue. Il docufilm è un viaggio-inchiesta nel business della bellezza nel quale la giornalista segue la vicenda della diciottenne pugliese Carla, una ragazza che ha convinto i genitori a pagarle un intervento di chirurgia plastica che la renderà bella e perfetta come un’attrice.
MYGIFFONI (III EDIZIONE) – CORTOMETRAGGI REALIZZATI DA STUDENTI, ASSOCIAZIONI E GIOVANI FILMMAKER ITALIANI
MyGiffoni è la sezione in concorso dedicata ai cortometraggi realizzati da giovani filmmaker, studenti in collaborazione con gli istituti scolastici o con associazioni culturali. La sezione si propone come uno spazio promozionale per i film realizzati e prodotti dagli stessi giovani, nonché un modo per comprendere meglio le loro esigenze, speranze e curiosità. Il successo di questa terza edizione è evidenziato dai numeri: 180 short movie realizzati, tutti presentati e votati su YOUTUBE dal popolo della rete. Le premiazioni di questa terza edizione avranno luogo a Giffoni i giorni 23 e 24 luglio.
IL CINEMA MUTO A GIFFONI CON “CUORE”
La Fondazione Cineteca Italiana di Milano è lieta di presentare al Giffoni Film Festival, mercoledì 18 luglio alle ore 21.30 presso il Giardino degli Aranci, tre film ispirati al libro Cuore di Edmondo De Amicis: LA PICCOLA VEDETTA LOMBARDA e IL TAMBURINO SARDO di Vittorio Rossi Pianelli e IL PICCOLO SCRIVANO FIORENTINO di Leopoldo Carlucci. I filmati verranno presentati con accompagnamento dal vivo dell’Ensemble I Solisti Lombardi, una formazione italiana specializzata nelle sonorizzazione di cinema muto costituita da professori d’orchestra della Lombardia che lavorano in modo stabile sotto la guida del direttore d’orchestra Alessandro Calcagnile. Anima del gruppo è la pianista Rossella Spinosa. Insieme a lei si esibiranno anche la violinista Raffaela Stirpe e il percussionista Antonio Scotillo.
TRA DANZA E CINEMA
M2Pictures presenterà in anteprima il trailer italiano di STEP UP 4 REVOLUTION in 3D e il trailer americano THE PERKS OF BEING A WALLFLOWER (Noi siamo infinito) con l’attrice Emma Watson (Hermione della saga di Harry Potter). Entrambi saranno integrati con l’esibizione di ballerini di street dance italiani e due ospiti d’eccezione come Rossella Brescia e Luciano Cannito.
AURA
Aura, il sociale del Gff, sarà attiva nel corso di tutta la manifestazione con iniziative, spettacoli, dibattiti, incontri d’arte e di musica. Apertura ufficiale il 9 e 10 all’ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma con proiezioni, giochi e animazioni. La serata principale, durante il festival, si terrà il 16 luglio al Giardino degli Aranci con l’esibizione di Vincenzo Incenzo, cantautore e paroliere, che intonerà le canzoni più famose da lui composte per Michele Zarillo, Renato Zero e tanti altri. Oltre alla musica, spazio anche all’arte con l’allestimento di una mostra per bambini diversamente abili.
TALENTS
Un parterre d’eccezione con ospiti italiani e internazionali. Madrina dell’evento, in occasione dell’apertura del 14 luglio, la celebre conduttrice Mara Venier. Il 15 luglio sarà la volta del primo talent di Hollywood, l’attrice che ha incantato il mondo con i suoi ruoli mozzafiato in I Fantastici 4 e Sin City, Jessica Alba. Lo stesso giorno spazio anche al duo comico Ale e Franz, doppiatori del film che sarà presentato in anteprima al GFF, “Madagascar 3 – Ricercati in Europa” e all’attore rivelazione del panorama cinematografico italiano, Marco Giallini. Lunedì 16 luglio ritorna a Giffoni uno dei registi e attori più attesi: Leonardo Pieraccioni. Carlo Conti incontrerà poi i ragazzi e il pubblico sul red carpet. Sempre il 16 sarà presente il regista e sceneggiatore Luca Miniero. Martedì 17 luglio la splendida Martina Colombari e l’attore romano Filippo Nigro, reduce dal recente successo in sala del discusso film A.C.A.B. All Cops are Bastard. Mercoledì 18 luglio la Cittadella del Cinema si infiammerà per l’arrivo, per la prima volta in Italia, della star di GLEE Dianna Agron, richiesta a gran voce dai ragazzi del GFF. Con l’annuncio di questa attrice si è scatenata una vera e propria GLEEMANIA, che porterà a Giffoni migliaia di fan dall’Italia e dall’Europa. Giovedì 19 luglio sarà la volta di Anita Caprioli, mentre il 20 luglio Chiara Francini e Francesca Inaudi saranno contesissime dai fotografi del Giffoni Film Festival. Sabato 21 luglio un mito del cinema: l’imponente attore francese Jean Reno, protagonista di film di culto come Nikita, León e Vento di Primavera (presentato a Giffoni nel 2010). Con lui, sempre il 21, l’attore siciliano Claudio Gioè. Domenica 22 luglio, una delle più brave attrici italiane, Sonia Bergamasco.
MASTERCLASS
Masterclass è la sezione dedicata ad una “classe scelta” di ex- giurati del festival ed aspiranti attori, registi, scrittori tra i 18 e i 23 anni: curiosi, creativi, stimolanti, euforici. Un esempio importante di una gioventù che ha dentro l’entusiasmo necessario che vogliamo alimentare e far crescere. Il percorso dei 100 ragazzi delle prime edizioni si è concluso nel 2011 e ora si inizia a delineare quello successivo. Nella suggestiva ex-fabbrica di rame riconvertita in una perfetta location per incontri ed eventi, artisti e personaggi del mondo della cultura terranno lezioni per dar vita ad un viaggio nel territorio della creatività e dell’espressione artistica. Dopo personalità illustri degli anni passati quali Andrej Kon?alovskij, Ascanio Celestini, Baz Luhrmann, Naomi Watts e Liev Schreiber, Jovanotti, Ligabue e tanti altri, il parterre del 2012 prevede ospiti quali VITTORIO GIACCI (16 Luglio), DANIELE VICARI (17 Luglio), IVAN COTRONEO (18 Luglio), PATTI SMITH (19 Luglio), TATTI SANGUINETI (20 Luglio), FABRIZIO GIFUNI (22 Luglio), FABRIZIO BENTIVOGLIO (23 Luglio) e FRANCO BATTIATO (24 Luglio).
GIFFONI IN ALBANIA E IN BRASILE
Due appuntamenti internazionali si definiranno nel corso di questa edizione: l’Albania festeggia i 100 anni della propria indipendenza e i 100 anni del suo cinema. Giffoni dedicherà un evento al cinema albanese con la proiezione del film PAPAVERI ROSSI SUI MURI (1976) del regista Dhimitër Anagnosti. Nel prossimo mese di novembre si realizzerà l’VIII edizione di Giffoni in Albania. Si concretizzerà inoltre l’accordo con la municipalità di São Paulo per la realizzazione di Giffoni a São Paulo in Brasile nel 2013. L’Assessore allo sport e ai giovani della Municipalità di São Paulo (22 milioni di abitanti), dott. Thiago Lobo, firmerà l’accordo di collaborazione e il protocollo di intesa di una delle più importanti partnership internazionali del GFF.
I GRANDI CONCERTI: NEAPOLIS@GIFFONI
La musica sarà protagonista come non mai al GFF 2012 grazie alla partnership con il Neapolis, il Festival Rock più importante del Sud Italia. La 42esima edizione del GFF e la 16esima edizione di Neapolis si svolgeranno a Giffoni Valle Piana per percorrere, per la prima volta insieme, un’esperienza globale e totalizzante, che “dialogherà” con i ragazzi e le famiglie di ogni angolo del mondo. Tutti i concerti si terranno allo stadio comunale “G. Troisi” di Giffoni.
Headliner del Neapolis@Giffoni la sacerdotessa del rock, PATTI SMITH (19 luglio) e gli americani DINOSAUR JR. (18 luglio), in data unica nazionale per un concerto imperdibile in cui presenteranno in esclusiva il nuovo album che il trio di Boston pubblicherà – per i tipi della Jagjaguwar records/PIAS – il 18 settembre e avrà come titolo “I Bet On Sky”.
In programma il 14 luglio i BRADIPOS IV + DJ set cinematico, il 15 luglio PINO DANIELE, il 16 luglio GIARDINI DI MIRO’, TRE ALLEGRI RAGAZZI MORTI, EPO, KATAP, ABOUT WAYNE, il 17 luglio CAPAREZZA e CAPONE & BUNGTBANGT, il 18 luglio TEATRO DEGLI ORRORI, AZARI&III, BLONDE READHEAD, il 19 luglio JOAN AS POLICE WOMAN, IS TROPICAL, I USED TO BE A SPARROW, il 20 luglio CLUB DOGO, A TOYS ORCHESTRA, WHEN THE CLOUDS, YES DADDY YES.
Al Neapolis@Giffoni parteciperanno anche le band vincitrici del contest “Destinazione Neapolis”. I gruppi emergenti che saliranno sul palco con i big saranno il 18 luglio LE FURIE e JARMAN e il 19 luglio FABRIKA e BUFALO KILL. Altro momento musicale sarà il “Redbull Bus Stage” con le band THE SHAK&SPEARES, THE LAST FIGHT, LA VIA DEGLI ASTRONAUTI (18 luglio), HUMANOALIENO e VACANZA (19 luglio). Il 24 luglio grande festa di chiusura con un programma musicale unico e in esclusiva per Giffoni.
UN FESTIVAL “DIFFUSO” E CONDIVISO
Grandi eventi e piccole perle, spettacoli nelle grandi e piccole piazze, artigianato locale e artistico, degustazione di prodotti tipici locali, eccellenza del territorio ma anche di altre regioni d’Italia. Il Friuli Venezia Giulia sarà presente con l’evento “Giffoni a Sacile”, report e video dalla prima edizione del festival che ha avuto un grandissimo successo, mentre la Camera di Commercio di Pordenone promuoverà la cucina tipica della regione. La Calabria sarà presente con la città di Rosarno e con la vivace attività del liceo Scientifico Raffaele Piria. Gli studenti, guidati dalla direttrice Maria Rosaria Russo, presenteranno in esclusiva a Giffoni il musical “Jesus Christ Superstar” mentre l’orchestra Città di Rosarno, composta dagli studenti del Piria e diretti dal maestro Maurizio Managò, eseguiranno uno speciale programma musicale. Tradizionale appuntamento con gli studenti anche del Conservatorio “G. Martucci” di Salerno, impegnati in un omaggio a Lucio Dalla e un musical ispirato al “Re Leone” nel Giardino degli Aranci.
Laboratori e percorsi per una sana e corretta alimentazione con l’Assessorato all’Agricoltura della Regione Campania (GNAM), Terra Orti e inizio della cooperazione con la Coldiretti regionale che, con le sue varie organizzazioni, decorerà i luoghi più importanti del festival con fiori e piante della floricultura regionale e inoltre promuoverà i migliori marchi DOP e DOC dei prodotti tipici. E ancora: teatro di strada, burattini e fiabe all’aperto, corsi di educazione stradale promossi e tenuti dalla Polizia Municipale del Comune di Milano, arrampicate ed escursioni organizzate in collaborazione con il CAI – Sezione di Salerno e il Trento Film Festival. Tutto questo e tanto altro si materializza a Giffoni da Sabato 14 a Martedì 24 luglio.
Oltre 50 espositori, più di 50 spettacoli di strada, itineranti, musical, teatro e burattini, circa 70 appuntamenti di giochi ed animazioni in vari luoghi del paese. Percorsi a tappe sulla felicità organizzati dall’Associazione Nazionale San Paolo Italia (ANSPI). Diritti umani, solidarietà e impegno sociale con i progetti di AURA, (l’associazione del GFF per il sociale) AMNESTY, ACTIONAID, TELEFONO AZZURRO, ANFFAS e con l’Assessorato alla Sanità della Regione Campania il progetto “Lavoro, non bevo”. Di particolare evidenza la riproposizione a Giffoni, il 14 luglio, della festa dei Gigli di Nola, che con 1400 anni di storia, è una delle manifestazioni popolari più note e più importanti del nostro Paese, candidata nel 2013 come Patrimonio dell’Unesco.
LE MOSTRE
“HAPPY ART – LA FELICITÀ NELLE ARTI FIGURATIVE”: Salvatore Colantuoni, il curatore della mostra, propone 29 artisti contemporanei chiamati ad esprimere le loro visioni di felicità attraverso dipinti, sculture, foto, video e installazioni. Un percorso di altissimo livello che esprime anche il rinnovamento del linguaggio artistico tra arte e società. “LE RAGIONI DEL SENTIMENTO – MUSICA ARTE POESIA IN UNA CONFLUENZA DI VERSI, FORME E SUONI” – organizzato dal Settore Musei e Biblioteche della Provincia di Salerno il progetto si sviluppa in due segmenti: l’allestimento della mostra che vedrà, tra l’altro, reperti archeologici di 2500 anni che rappresentano la felicità, e la realizzazione del reading “I poeti salernitani leggono la loro felicità”. Per l’occasione, il Settore Musei e Biblioteche della Provincia di Salerno presenterà ai giovani giurati il “Museo”, proponendo un interessante e articolato percorso da visitare ed approfondire.
GIFFONI YOUTH MEDIA MARKET
Dopo 40 anni di ricerca, esperienze, riflessioni e storia, Giffoni ha oggi il dovere di dedicare parte del suo core-business al mercato. Cosa che già fa implicitamente da anni ma che ora sistematizza e mette definitivamente a regime. Si offrirà ai professional una Video Library, consultabile da tutti gli accreditati che ne faranno richiesta oltre a una serie di screening organizzati da produzioni e distribuzioni per la visione in plenaria. Tutte le opere del mercato andranno poi a costituire l’archivio della Mediateca del Cinema per Ragazzi, il primo luogo al mondo dedicato esclusivamente alla cinematografia per le “giovani generazioni”.
__________________________
* aggiornamento al 24 luglio 2012
Print Friendly

14 luglio 2012