La complessità del senso
24 11 2017

Lezioni di cioccolato 2

Lezioni di cioccolato 2
Alessio Maria Federici, 2011
Massimiliano Gatti
Luca Argentero, Hassani Shapi, Nabiha Akkari, Vincenzo Salemme, Angela Finocchiaro.

La seconda volta rischia risultare fastidiosa. Le lezioni di… cioccolatini sono soltanto un pretesto per alludere a una famosa marca di “baci” e i continui riferimenti anche e soprattutto visivi faticano, più che nel primo Lezioni di cioccolato (Claudio Cupellini, 2007),  a trovare giustificazione nel contenuto, il quale invece si trascina stancamente sul binario dell’integrazione socio/culturale tra egiziani e italiani. L’aria “furba” di Vincenzo Salemme, maestro cioccolataio che prima o poi deve decidersi a dichiarare il suo amore per la poliziotta Amelia (Angela Finocchiaro) è più che altro allusiva nei confronti del pubblico e non basta a riscattare il racconto dalla monotonia.  Mattia (Luca Argentero) e Nawal (Nabiha Akkari)  sembrano non credere, essi stessi per primi, al ruolo che interpretano, “impossibili” fidanzati il cui unico ostacolo è rappresentato dal padre della ragazza (Hassani Shapi), tradizionalista bonario. La regia dell’esordiente romano Alessio Maria Federici compila senza pretese uno storyboard privo di suspence.

Franco Pecori

Print Friendly

11 novembre 2011